Stampa

Comunicato stampa e scheda progetto- Convegno agricoltura di precisione

L'ASSESSORE REGIONALE PAN: “DAL MIRANESE UN MODELLO DA ESPORTARE A LIVELLO VENETO”. PRESENTATA LA SPERIMENTAZIONE DI TECNOLOGIE INNOVATIVE PER RILANCIARE PICCOLE E MEDIE IMPRESE E RIDURRE L'IMPATTO AMBIENTALE

CONFAGRICOLTURA VENEZIA, UFFICIO ZONA DI MIRANO
REGIONE VENETO
UNIVERSITA' DI PADOVA – DIPARTIMENTO DI AGRARIA
ISTITUTO AGRARIO 8 MARZO LORENZ DI MIRANO
SPONSOR CENTROMARCA BANCA

martellago Volantino Mirano con patrocinio per web1

L'assessore regionale Giuseppe Pan ha aperto i lavori del convegno sull'agricoltura di precisione promosso da Confagricoltura Venezia, che si è svolto sabato 25 novembre a Martellago.
La Regione ha dato il patrocinio a questo progetto perché lo ritiene strategico per il miglioramente dell'intero sistema – ha affermato Pan. - Le direttive dell'Unione Europea prevedono sempre più un'agricoltura di precisione con un utilizzo mirato e minimo di sostanze chimiche a vantaggio della sostenibilità ambientale e di una riduzione dei costi aziendali. Questa iniziativa, che coinvolge aziende medio piccole tipiche del nostro territorio, può diventare un modello esportabile su vasta scala”.
L'agricoltura di precisione è infatti uno strumento che può permettere anche alle nostre piccole e medie imprese agricole di ottimizzare i costi economici riducendo contemporaneamente l'impatto ambientale. E' questa la scommessa che ha presentato il presidente dell'ufficio di zona di Mirano, Flavio Tomaello, ideatore dell'iniziativa, con il pieno sostegno del presidente di Confagricoltura Venezia, Giulio Rocca.
L'obiettivo è portare all'interno di un pool di aziende del miranese e del dolese la sperimentazione diretta di tecnologie innovative e metodi di produzione all'avanguardia per sostenere e promuovere le produzioni agricole tipiche del territorio: orticoltura (radicchio di treviso, etc.), tabacco, seminativi (mais, soia etc), viticoltura.
Il progetto, patrocinato dalla Regione Veneto, vede la collaborazione diretta dell'Università di Padova per gli aspetti scientifici e dell'Istituto agrario 8 marzo Lorenz di Mirano per gli aspetti della realizzazione concreta, grazie al coinvolgimento di giovani studenti eccellenti.
Inoltre la sperimentazione ha incassato anche il pieno appoggio del presidente del Consorzio di bonifica Acque Sorgive, Francesco Cazzaro, e di Centromarca Banca che sponsorizza l'iniziativa.
Scuola, università ed imprese unite per promuovere l'agricoltura del futuro – ha spiegato Flavio Tomaello. - L'obiettivo è arrivare a un protocollo tarato su misura per le realtà delle nostre piccole e medie imprese che è di fatto un modello che rappresenta il sistema veneto”.
Anche per Giulio Rocca si tratta di una sfida fondamentale per ridure sprechi economici all'interno delle imprese ma anche per limitare al massimo l'impatto ambientale come richiesto dall'Unione Europea entro il 2020.
Grande entusiasmo anche da parte di docenti e studenti dell'istituto agrario di Mirano. “Ci sembra strategico intrecciare la formazione dei futuri tecnici agrari con la sperimentazione di alto livello scientifico all'interno delle nostre aziende" – ha concluso Claudio Bobbo, responsabile ufficio di zona di Mirano. - In questo modo la ricerca avanzata dell'università può essere spesa per far crescere le future competenze e per una produzione ottimale, rispettosa dell'ambiente e del consumatore, in grado di far decollare i nostri settori tipici”.

martellago IMG 20171125 102758

AGRICOLTURA DI PRECISIONE
PROGETTO SPERIMENTALE PER LE PICCOLE E MEDIE AZIENDE AGRICOLE

Illustrazione del contenuti del Progetto

Premessa
I soci di Confagricoltura Venezia sono 1750 di cui 1200 Aziende (i soci che non sono aziende sono proprietari di beni affittati). Gli ettari dei soci sono 46.311. Si stima un fatturato che oscilla tra i 120 ed i 150 milioni di Euro
Il comparto agricolo del territorio centrale dell’Area Metropolitana di Venezia è caratterizzato dalla presenza di imprese, perlopiù di piccole e medie dimensioni, dedite alla coltivazione di seminativi: quali mais, frumento, barbabietole ecc., mentre tra le colture specializzate riscontriamo l’orticoltura, il tabacco e, negli ultimi anni, si sta sviluppando sempre più la vite.
In questo contesto colturale è maturata la necessità di sviluppare un specifico Progetto di sperimentazione,conoscenza e applicazione delle tecniche legate all’Agricoltura di Precisione.

Obiettivi
L’Agricoltura di Precisione (AdP) si articola in un insieme di principi di gestione agronomica che, partendo dall’osservazione, individuano interventi secondo le effettive esigenze delle colture e delle caratteristiche biochimiche e fisiche del suolo.
Le conseguenti tecniche e le relative tecnologie sono studiate, perciò, per conseguire un effettivo miglioramento qualitativo, sia sotto il profilo economico che sotto il profilo ambientale.
Il Piano Industria 4-Settore Agricoltura considera, infatti, prioritaria la diffusione dei contenuti della AdP e destina specifiche risorse finanziarie per favorire i cambiamenti nei modi di produzione.
Il presente Progetto, promosso da Confagricoltura Venezia, ha come “campo sperimentale” le aziende agricole di dimensione piccola e media operanti in comparti produttivi diversi: seminativi, orticoltura, vite, tabacchicoltura …
Si propone quindi per questa tipologia di imprese di:
a) verificare e dimostrare l’effettivo potenziale delle tecniche della AdP
b) analizzare l’efficienza delle relative tecnologie
c) esaminare le condizioni atte alla loro diffusione con particolare attenzione alla valutazione economica e per quella ambientale anche nell’ottica degli effetti a medio e lungo termine
d) disponibilità della tecnologia e di servizi relativi

Risultati attesi
I risultati attesi dal Progetto mirano a mettere a disposizione delle imprese agricole piccole e medie:
- un insieme di dati, valutazioni, comportamenti e metodologie per le loro scelte strategiche
- le tecnologie più idonee e ,possibilmente, i relativi costi di utilizzo.
L'obiettivo finale è quello di arrivare alla stesura di un protocollo operativo

Collaborazioni tecnico-scientifiche
Per lo sviluppo del Progetto Confagricoltura Venezia ha chiesto e ottenuto la collaborazione di:
- IIS - Istituto di Istruzione Superiore 8 Marzo – K. Lorenz di Mirano
- TESAF - Dipartimento Territorio e Sistemi Agroforestali dell’Università di Padova.

UK Bookamekrs http://gbetting.co.uk Free Bets

Per offrirti il miglior servizio possibile, in questo sito utilizziamo i cookies, continuando la navigazione ne autorizzi l'uso cookies.

Io accetto i cookies da questo sito

EU Cookie Directive Module Information