Stampa

Lotta obbligatoria contro la Flavescenza dorata

Con Decreto 31 del 01/06/2018 (oggetto: Applicazione del Decreto Ministeriale del 31 maggio 2000 recante misure di lotta obbligatoria contro la flavescenza dorata della vite nella Regione Veneto per l’anno 2018) sono approvate le seguenti misure di contenimento:
a) nei vigneti, sia produttivi che non ancora in produzione, ove è accertata la presenza di Scaphoideus titanus è fatto obbligo ai conduttori di:
- eseguire un intervento insetticida nei confronti del vettore Scaphoideus titanus;
- nei vigneti coltivati con le tecniche di agricoltura biologica di cui al Reg. CE 834/2007, eseguire interventi insetticidi con i prodotti fitosanitari ammessi – sali potassici di acidi grassi, piretrine pure – adottando una strategia che garantisca un sufficiente controllo di Scaphoideus titanus;
b) gli interventi insetticidi di cui alla lettera a), primo trattino, possono coincidere con il trattamento contro la seconda generazione di tignoletta della vite (Lobesia botrana), laddove siano presenti entrambi i fitofagi;
c) per i vivaisti viticoli, in tutto il territorio regionale:
- obbligo di effettuare tre interventi insetticidi contro lo Scaphoideus titanus nei campi di Piante Madri Marze (PMM), Piante Madri Portainnesti (PMP) e nei barbatellai: il primo diretto verso le forme giovanili (neanidi dal I al IV stadio) indicativamente entro la metà di giugno; il secondo diretto verso gli adulti indicativamente entro la prima decade di luglio; il terzo, sempre diretto verso gli adulti indicativamente verso la metà di agosto;
d) per il controllo di Scaphoideus titanus andranno impiegati insetticidi autorizzati i cui formulati commerciali riportano in etichetta l’indicazione delle/a cicaline/a. Per le date dei trattamenti, anche in funzione dei prodotti utilizzabili, ci si dovrà attenere alle indicazioni contenute nei bollettini settimanali di difesa della vite pubblicati dal U.O Fitosanitario;
e) per salvaguardare gli insetti pronubi va rispettato il divieto di usare gli insetticidi nel periodo della fioritura e ci si dovrà attenere alle eventuali ulteriori restrizioni riportate in etichetta. È inoltre vietato trattare con insetticidi tossici per le api qualora sia in fioritura la vegetazione del cotico erboso sottostante il vigneto. I trattamenti sono ammessi successivamente allo sfalcio con eliminazione del cotico erboso e sua completa essicazione (L.R. n. 41 del 06/12/2017, art. 9, comma 4).
L'inosservanza delle misure di contenimento della flavescenza dorata della vite sarà punita con la sanzione amministrativa pecuniaria da 500,00 a 3.000,00 euro.

UK Bookamekrs http://gbetting.co.uk Free Bets

Per offrirti il miglior servizio possibile, in questo sito utilizziamo i cookies, continuando la navigazione ne autorizzi l'uso cookies.

Io accetto i cookies da questo sito

EU Cookie Directive Module Information