Stampa

Condifesa, il 31 maggio la prima scadenza per assicurarsi

Condifesa, il 31 maggio la prima scadenza per assicurarsi
Riguarda le colture permanenti, a ciclo primaverile e a ciclo autunno-primaverile

Si avvicina il primo termine dell’anno per assicurare i propri raccolti. A ricordarlo è Condifesa Venezia che con oltre 1.400 associati opera nel campo della difesa passiva garantendo a tutti i propri Soci trattative collettive pre-campagna assicurativa agevolata nei confronti delle Compagnie di Assicurazione e altri servizi legati alla difesa e tutela del reddito aziendale.
Il termine per le colture a ciclo autunno-primaverile (frumento, orzo, ecc), per le colture permanenti (uva, frutta, ecc) e per colture a ciclo primaverile (mais primo raccolto, soia, ecc) è stato unificato al 31 maggio.
Condifesa segnala che rispetto al 2017 quest’anno l’effetto delle modifiche normative porterà un beneficio alla contribuzione pubblica effettiva soprattutto per i seminativi. Anche quest’anno è possibile infatti stipulare certificati di assicurazione generalmente a moduli sottoscrivibili in base alle esigenze della singola azienda.
Le possibilità sono quattro:
1) Polizza globale, che comprende tutte le garanzie ammesse dal piano assicurativo 2018: avversità catastrofali (alluvione, siccità, gelo-brina); avversità di frequenza (grandine, vento, eccesso di pioggia) e avversità accessorie (colpo di sole, vento, caldo e sbalzo termico).
2) Polizza avversità catastrofali e di frequenza, che comprende tutte le avversità catastrofali ammesse dal piano assicurativo 2018 più almeno una avversità di frequenza.
3) Polizza avversità di frequenza e/o accessorie.
4) Polizza a due garanzie avversità di frequenza generalmente grandine e vento.
Altra novità di quest’anno è che stipulando un certificato assicurativo tramite il consorzio verrà attivato un pacchetto Fondi mutualistici specifico per il prodotto assicurato. Questi strumenti mutualistici creati dagli agricoltori per gli agricoltori sono completamente indipendenti dalla parte assicurativa e vanno a coprire perdite economiche dovute generalmente ad avversità che difficilmente sono assicurabili. I Fondi mutualistici integrano le coperture assicurative ottimizzandola e puntano a poter attingere, a breve, finanziamenti comunitari previsti nell’attuale PAC 2014-2020 (fino al 70% della quota contributiva versata dalle aziende agricole).
Ultima – ma non meno importante – notizia è che in corso la corresponsione dei contributi relativi all’assicurazione 2016 e che è prevedibile una riduzione dei tempi per quelli 2017: un segnale positivo e di fiducia per tutti gli assicurati degli scorsi anni che intendano coprire le proprie produzioni nel 2018.
Per maggiori informazioni, si può consultare il sito www.condifesave.it

Ricordiamo che per tutte le pratiche relative alla richiesta del contributo (PAI, domanda di sostegno, domanda di pagamento) è possibile rivolgersi al proprio ufficio zona o al referente provinciale dott. Ivano Marcorin.

assicurazioni agevolate

UK Bookamekrs http://gbetting.co.uk Free Bets

Per offrirti il miglior servizio possibile, in questo sito utilizziamo i cookies, continuando la navigazione ne autorizzi l'uso cookies.

Io accetto i cookies da questo sito

EU Cookie Directive Module Information