Stampa

A Torre di Mosto l’allevamento Orlandi, mille capre producono latte biologico per formaggi di prima qualità

L’agricoltura sostenibile è l’agricoltura lungimirante. E’ questa la filosofia che Giampietro Orlandi, imprenditore agricolo con una grande tradizione familiare nel settore vinicolo – in particolare per la produzione di prosecco – ha voluto tradurre in realtà circa un anno fa quando si è lanciato nella realizzazione di un grande sogno: l’allevamento di capre da latte.
Nell’ottobre scorso Confagricoltura Venezia ha organizzato una visita guidata per i giornalisti all’interno dell’allevamento di Orlandi, che si trova a Torre di Mosto, in provincia di Venezia. Alla visita guidata oltre a Giampietro Orlandi, al figlio Giacomo e ai loro collaboratori, hanno partecipato anche Giulio Rocca, presidente di Confagricoltura Venezia e il vice direttore Attilio Bellinato, nonché Emanuela Perenzin, titolare dell’omonimo caseificio di San Pietro di Feletto (TV).
Orlandi allevava conigli ma la crisi del settore l’ha spinto a cercare nuove opportunità che tengano insieme sfide ideali e economiche. “Non volevo licenziare dipendenti e chiudere un settore, così ho completamente reinventato il modello di allevamento e sto realizzando una nuova avventura grazie ad un importante investimento e alla collaborazione con tre nuovi dipendenti”, spiega Orlandi.
Per Giulio Rocca, presidente di Confagricoltura Venezia, si tratta di un modello esemplare. “La scelta di Orlandi è coraggiosa e va sostenuta – sottolinea. – Un’azienda di questo tipo è simbolo della varietà di attività dell’agricoltura attuale. Tenuto conto che, proprio durante i periodi di crisi, sono maggiormente necessarie tenacia, lungimiranza e capacità d’innovazione. Confagricoltura Venezia è impegnata a sostenere lo sforzo degli imprenditori agricoli e ha già proposto vari eventi ai giornalisti per promuovere specialità del nostro territorio e metodi innovativi di produzione aziendale”.
La visita in allevamento si è conclusa anche con la presentazione della Latteria Perenzin che produce artigianalmente formaggi tradizionali e DOP, biologici e convenzionali, utilizzando latte di capra, di vacca e di bufala, proveniente prevalentemente da allevamenti veneti accuratamente selezionati per la qualità elevata della materia prima.
Emanuela Perenzin - pronipote del fondatore che avviò l’attività agli inizi del 1900 - dirige l’azienda dal 1991 assieme al marito Carlo Piccoli creatore di formaggi e mastro casaro. La lavorazione di latte di origine biologica risale al 1987 e dunque fa parte integrante della storia dell’attività. I formaggi della latteria, di cui quelli biologici rappresentano il 50 per cento della produzione, sono distribuiti nei negozi specializzati di tutta Italia, oltre ad essere esportati in Europa ed anche oltreoceano. Dal 2012 è attiva anche l’Accademia Internazionale dell’Arte Casearia, con lezioni teoriche e pratiche su tutti gli aspetti riguardanti il funzionamento di un caseificio nel suo complesso, a partire proprio dalla materia prima: il latte di altissima qualità, con un focus primario sulla produzione biologica.

capreOrlandiConfagricoltura

UK Bookamekrs http://gbetting.co.uk Free Bets

Per offrirti il miglior servizio possibile, in questo sito utilizziamo i cookies, continuando la navigazione ne autorizzi l'uso cookies.

Io accetto i cookies da questo sito

EU Cookie Directive Module Information