Newsletter Confagricoltura Venezia n. 10 del 09/03/18

This email contains graphics, so if you don't see them, view it in your browser.

venezia

 campo agricolo 950x633

Newsletter n. 10 del 09/03/18

Indice:

  1. Il nostro Paese ha bisogno di stabilità per le sfide future;
  2. Biometano: Bruxelles dice sì al regime nazionale. Aziende agricole pronte a produrre 8 miliardi di metri cubi entro il 2030;
  3. Tabacco: accordo interprofessionale erga omnes anche per il 2018-2020;
  4. Cereali: previsioni di semina e andamento dei prezzi;
  5. Approvate le linee tecniche di difesa integrata e le tecniche agronomiche di produzione integrata per l’anno 2018;
  6. Neonicotinoidi: Efsa conferma i rischi per le api;
  7. Strategia 2020 Biodiversità e consultazione pubblica per fermare il declino di api e impollinatori;
  8. Street food agricolo: nota di chiarimento Anci;
  9. Esonero contributivo per i nuovi lavoratori autonomi under 40;
  10. Obbligo assunzione disabili: l'Ispettorato Nazionale del Lavoro accoglie la tesi di Confagricoltura;
  11. Assemblea Regionale Giovani di Confagricoltura Veneto - Breganze 16 marzo;
  12. Incontro su tecnica e gestione delle principali erbe officinali con speciale approfondimento sul luppolo - Rovigo 14 marzo;
  13. Nuovo numero de “Gli Agricoltori Veneti”.
 

DEAR Visitatore,

IL NOSTRO PAESE HA BISOGNO DI STABILITA' PER LE SFIDE FUTURE

Parlamento 2018 Italian Chamber of Deputies 2018.svg

“Confidiamo nel senso di responsabilità della nostra classe politica, perché il nostro Paese ha bisogno di stabilità e di un governo che guidi il Paese ad affrontare le tante sfide che ci aspettano, a cominciare da quella della Politica agricola comune”.
Così Lodovico Giustiniani, presidente di Confagricoltura Veneto, si esprime sui risultati elettorali. Ora l’importante è dare una stabilità al Paese: “Il momento è cruciale perché stiamo definendo la nuova Politica agricola comune (PAC) del post 2020. All’Italia serve una rappresentanza che a Bruxelles sia in grado di difendere le nostre produzioni e le nostre imprese agricole, per disegnare i pilastri del prossimo decennio e permetterci di essere competitivi nel mondo”.

 
 

BIOMETANO: BRUXELLES DICE SI AL REGIME NAZIONALE. AZIENDE AGRICOLE PRONTE A PRODURRE 8 MILIARDI DI METRI CUBI ENTRO IL 2030

biometano convegno

La Commissione europea ha approvato definitivamente il regime di sostegno definito dal nostro Paese per la produzione e la distribuzione del biometano avanzato. E’ un risultato raggiunto grazie al gioco di squadra che si è fatto con la filiera biogas/biometano ed i dicasteri di Sviluppo economico, Ambiente e Politiche agricole. Ora attendiamo l’emanazione in tempi rapidi del decreto interministeriale. Lo sottolinea Confagricoltura che accoglie con soddisfazione la decisione di Bruxelles.
È un decreto fortemente atteso dalle imprese agricole che – pone in evidenza Confagricoltura - hanno investito in misura importante nella cogenerazione di biogas da biomasse agricole e che attendono da diversi anni di poter avviare nuovi investimenti nell’ambito della produzione di biometano da utilizzare nei trasporti.

 
 

TABACCO: ACCORDO INTERPROFESSIONALE ERGA OMNES ANCHE PER IL 2018-2020

tabacco

Confermato per il triennio 2018-2020 l’Accordo interprofessionale per il tabacco (Ait) messo a punto dall’Organizzazione interprofessionale “Tabacco Italia”. Anche per il nuovo triennio scatta l’estensione erga omnes dell’Accordo in considerazione dell’elevata rappresentanza della Oi.
Lo prevede il decreto dipartimentale del Ministero delle Politiche agricole n. 824 del 28 febbraio 2018 pubblicato il 7 marzo.
L’accordo ricalca quello 2015-17, ma con alcune novità.

 
 

CEREALI: PREVISIONI DI SEMINA E ANDAMENTO DEI PREZZI

Cereali frumento

Nei giorni scorsi si è tenuto il tavolo di filiera dei cereali, a cui ha partecipato Confagricoltura. Secondo i dati presentati relativi alle intenzioni di semina si registrano:
- un aumento rispetto ai raccolti 2017 delle previsioni di semina per il frumento tenero (+4,5% con punte del +5,8% nel Nord Est);
- un calo dell’1,8% delle superfici a grano duro (pur con un aumento del 6,1% delle semine nel Nord Est e del 9,4% nel Nord Ovest cui avrebbe fatto fronte una riduzione delle superfici seminate al Sud e Isole del 3,1%);
- un calo dell’1,7% della superficie a mais e del 4,5% delle superfici a riso.

 
 

APPROVATE LE LINEE TECNICHE DI DIFESA INTEGRATA E LE TECNICHE AGRONOMICHE DI PRODUZIONE INTEGRATA PER L'ANNO 2018

difesa integrata

La Regione del Veneto ha approvato l’aggiornamento per l’anno 2018 delle Linee tecniche di Difesa Integrata e le Tecniche Agronomiche di Produzione Integrata.
La produzione integrata rappresenta un sistema di produzione agroalimentare che utilizza tutti i mezzi produttivi e di difesa delle produzioni agricole dalle avversità, volti a ridurre al minimo l’uso delle sostanze chimiche di sintesi e a razionalizzare la fertilizzazione, nel rispetto dei principi ecologici, economici e tossicologici.
Il disciplinare di produzione integrata (DPI) è strutturato in due parti: norme tecniche generali e norme tecniche di coltura.

 
 

NEONICOTINOIDI: EFSA CONFERMA I RISCHI PER LE API

L’EFSA ha aggiornato le proprie valutazioni del rischio relative a tre neonicotinoidi - clothianidin, imidacloprid e thiamethoxam - che sono attualmente soggetti a restrizioni nell'UE a causa della minaccia che rappresentano per le api. La maggior parte dei modi in cui i pesticidi neonicotinoidi vengono usati rappresenta infatti un rischio per le api selvatiche e quelle mellifere.
Lo studio è stato effettuato su un’ampia quantità di dati, riguardanti bombi, api solitarie, e api mellifere, valutando residui nel polline e nettare di api, deriva della polvere durante la semina/applicazione dei semi trattati e consumo di acqua.

 
 

STRATEGIA 2020 BIODIVERSITA' E CONSULTAZIONE PUBBLICA PER FERMARE IL DECLINO DI API E IMPOLLINATORI

La revisione intermedia della Strategia UE 2020 sulla biodiversità ha dimostrato che l'impollinazione potrebbe diminuire in modo significativo nel corso dei prossimi anni.
Molte delle specie di impollinatori (api, farfalle etc.) sono nella Lista Rossa Europea delle specie a rischio di estinzione.
Esiste un serio rischio di declino di queste specie, fra le cui cause primarie ci sono le attività umane.
La Commissione ha invitato scienziati, agricoltori e imprese, organizzazioni ambientali, autorità pubbliche e cittadini a partecipare, entro il 5 aprile 2018, ad una consultazione pubblica.
Partecipa alla consultazione
Maggiori informazioni

 
 

STREET FOOD AGRICOLO: NOTA DI CHIARIMENTO ANCI

È stata emanata nei giorni scorsi dall’ANCI una nota di chiarimento contenente le linee guida sullo “street food agricolo” introdotto dalla Legge di Bilancio 2018 che ha ampliato le modalità di esercizio della vendita diretta consentendo la vendita di “prodotti agricoli, anche manipolati e trasformati, già pronti per il consumo, mediante l’utilizzo di strutture mobili, nella disponibilità dell’impresa agricola anche in modalità itinerante su aree pubbliche o private".
La nota chiarisce che:
- lo “street food” può essere svolto in tutto il territorio nazionale e durante tutto l’anno;
- per “strutture mobili nella disponibilità della impresa” devono intendersi non necessariamente quelle di proprietà ma anche quelle utilizzate dall'impresa sulla base di un titolo giuridicamente valido ed efficace (ad es. in comodato);
- per “prodotti già pronti per il consumo”, si intendono quelli che non necessitano di cottura sul posto per essere commestibili ma che, al limite, possono essere riscaldati, anche su richiesta del consumatore, non essendo, invece, possibile un’attività di manipolazione sul luogo di vendita che consista in una vera e propria “cottura”.
Scarica la nota

 
 

ESONERO CONTRIBUTIVO PER I NUOVI LAVORATORI AUTONOMI UNDER 40

contributi inps

L’INPS ha fornito indicazioni operative sullo sgravio contributivo per i nuovi lavoratori autonomi agricoli under 40, previsto dalla legge di bilancio per il 2018.
Ai coltivatori diretti e agli IAP di età inferiore ai 40 anni che si iscrivono all’apposita gestione INPS nel 2018 viene infatti riconosciuto lo sgravio dei contributi pensionistici al 100 per cento per i primi 3 anni di iscrizione, al 66 per cento per il quarto anno e al 50 per cento per il quinto.
L'esonero riguarda solo i contributi per l'invalidità, la vecchiaia e i superstiti (IVS), ossia quelli che vanno a finanziare i trattamenti pensionistici del coltivatore diretto o dello IAP. Devono dunque essere corrisposti gli altri contributi dovuti dagli interessati, quali quelli relativi alla maternità e quelli antinfortunistici (questi ultimi limitatamente ai coltivatori diretti perché gli IAP non sono soggetti all’assicurazione INAIL).

 
 

OBBLIGO ASSUNZIONE DISABILI: L'ISPETTORATO NAZIONALE DEL LAVORO ACCOGLIE LA TESI DI CONFAGRICOLTURA

In merito ai criteri di computo dei lavoratori agricoli stagionali, in riferimento agli obblighi di assunzione dei disabili previsti dalla legge n.68/1999, l'Ispettorato Nazionale del Lavoro (INL) ha chiarito che è sufficiente prendere in considerazione le giornate effettivamente lavorate dagli operai agricoli "fino al limite di 180 giornate di lavoro annue".
Il chiarimento nasce da uno specifico quesito posto da Confagricoltura e formalizza un importante orientamento interpretativo. L'Ispettorato nazionale in sostanza accoglie integralmente la tesi della Confederazione, escludendo dal computo i lavoratori agricoli stagionali che svolgono fino a 180 giornate di lavoro nell'anno (e non fino a 156, come sostenuto da qualche amministrazione). Tale esclusione lascia fuori dall’ambito di applicazione della legge n. 68/1999 (e dunque dall’obbligo di assumere disabili) gran parte delle imprese agricole. Si tratta un importante risultato che risponde concretamente ad un'esigenza molto sentita dalle imprese agricole che hanno oggettive difficoltà ad assumere lavoratori disabili, sia per le caratteristiche del lavoro nei campi, difficilmente conciliabili con alcune disabilità psico-fisiche, sia per la difficoltà di dare piena attuazione alla normativa in oggetto in presenza di organici estremamente variabili in corso d'anno.

 
 

ASSEMBLEA REGIONALE GIOVANI DI CONFAGRICOLTURA VENETO - BREGANZE 16 MARZO

anga logo

E‘ convocata l’Assemblea Regionale dei Giovani di Confagricoltura del Veneto per venerdì 16 marzo alle ore 16.30 presso la sede italiana di AGCO S.p.A.in, Via F. Laverda 15 - Breganze (VI).
Alle ore 14.30 sarà possibile visitare gli stabilimenti AGCO SpA – Breganze
All’ordine del giorno:
1- Comunicazioni del Presidente e dei Vice Presidenti;
2- Comunicazioni dal Territorio;
3- Presentazione e discussione attività 2018;
4- Presentazione progetto evento di presentazione video Giovani di Confagricoltura Veneto;
5- Presentazione novità Fendt, a cura del responsabile marketing AGCO Italia, Luca Zanetti;
6- Varie ed Eventuali.
Al termine dei lavori per chi vorrà ceneremo assieme in locale da definirsi; chi intende partecipare è pregato di darne comunicazione alla propria sede provinciale entro mercoledì 14 marzo.

 
 

INCONTRO SU TECNICA E GESTIONE DELLE PRINCIPALI ERBE OFFICINALI CON SPECIALE APPROFONDIMENTO SUL LUPPOLO - ROVIGO 14 MARZO

luppolo

La sezione provinciale ANGA – Giovani di Confagricoltura Rovigo promuove l’incontro tecnico di approfondimento su tecnica e gestione delle principali erbe officinali con speciale approfondimento sul luppolo.
L’incontro si terrà mercoledi 14 marzo, ore 18.15 presso la sede Confagricoltura Rovigo, piazza Duomo 2 (RO).
Relatore ospite della serata sarà il dott. Bona Stefano – professore presso il Dipartimento DAFNAE dell'Università di Padova
Per info: Confagricoltura Rovigo - Tel.0425 204411

 
 

NUOVO NUMERO DE "GLI AGRICOLTORI VENETI”

GliAgriVen201802

E’ disponibile online il numero di marzo-aprile de “Gli Agricoltori Veneti, il giornale di Confagricoltura Veneto e delle Unioni Provinciali del Veneto.
Un numero ricco di spunti e di approfondimenti con dichiarazioni e interviste del Governatore del Veneto Luca Zaia, degli assessori regionali all'agricoltura Giuseppe Pan e al turismo e agriturismo Federico Caner, del Vice Presidente COMAGRI Paolo De Castro, del Presidente dell'AMBI Veneto Giuseppe Romano, e altro ancora.
Scarica il giornale o leggilo online


 
Not interested any more?

Per offrirti il miglior servizio possibile, in questo sito utilizziamo i cookies, continuando la navigazione ne autorizzi l'uso cookies.

Io accetto i cookies da questo sito

EU Cookie Directive Module Information