Newsletter Confagricoltura Venezia n. 8 del 23/02/18

This email contains graphics, so if you don't see them, view it in your browser.

venezia

 copertina gelate vigneto

Newsletter n. 8 del 23/02/18

Indice:

  1. Condifesa Venezia: riunioni informative 2018;
  2. Incontro tecnico "Il greening: novità 2018" - Mestre 2 marzo;
  3. I vertici di Confagricoltura incontrano il commissario Hogan e l’Onorevole De Castro;
  4. Allerta meteo: in arrivo vento e ghiaccio;
  5. URGENTE - Nuovi bandi PSR: raccolta manifestazioni d'interesse per adesione a progetti collettivi a carattere ambientale;
  6. Autorizzazioni Viticole 2018: la Regione fissa le priorità;
  7. Produzione biologica: nuova proroga termini;
  8. Bietole: la Regione sostiene il settore con un aiuto specifico;
  9. PSR Agroambiente - Nuove domande: ottimizzazione tecniche agronomiche e indennità compensative;
  10. PSR Agroambiente: domande di conferma entro il 15 maggio;
  11. Mais Ogm: uno studio conferma che non esiste nessuna evidenza di rischi per la salute;
  12. Riorganizzazione della disciplina sulla riproduzione animale: la denuncia di Confagricoltura Veneto;
  13. Aggiornamenti normativi in apicoltura: nuove disposizioni e chiarimenti applicativi;
  14. Il turismo veneto incontra l’agriturismo – Mestre 26 Febbraio;
  15. Visita ANGA all'azienda agr. Serenissima - Codevigo 2 marzo;
  16. Corso Erbette spontanee per palati fini: dal Campo al Piatto Pronto in Tavola.
 

DEAR Visitatore,

CONDIFESA VENEZIA: RIUNIONI INFORMATIVE 2018

condifesave3

Si informa che Il Condifesa Venezia ha organizzato tra febbraio e marzo diversi appuntamenti sul territorio per fornire maggiori informazioni alle aziende agricole interessate alla gestione del rischio e relativi strumenti assicurativi agevolati.
Appuntamenti informativi - Gestione del rischio 2018
28 FEBBRAIO PORTOGRUARO
01 MARZO CAVARZERE
02 MARZO DOLO
02 MARZO MESTRE
13 MARZO SAN DONA’

 
 

INCONTRO TECNICO "IL GREENING: NOVITA' 2018" - MESTRE 2 MARZO

greening marginicampi

Informiamo che il giorno venerdì 2 marzo 2018, alle ore 9.00 presso il Park Hotel AI PINI a MESTRE in Via Miranese 176, si svolgerà un incontro tecnico di aggiornamento sul tema "Il greening: novità 2018".
All'incontro parteciperà, in qualità di relatrice, la dott.ssa Ester Giolo di AVEPA.
Considerata l'importanza dell'argomento, raccomandiamo la massima partecipazione.

 
 

I VERTICI DI CONFAGRICOLTURA INCONTRANO IL COMMISSARIO HOGAN E L'ONOREVOLE DE CASTRO

decastro confagricoltura

“Entro fine maggio la Commissione presenterà le proposte legislative sulla futura Pac”. Lo ha anticipato il commissario europeo all'Agricoltura Phil Hogan al presidente di Confagricoltura Massimiliano Giansanti e al vicepresidente di Confagricoltura Veneto Giordano Emo Capodilista, in occasione di un incontro organizzato a Bruxelles.
Una Pac improntata alla competitività e applicata con flessibilità a livello nazionale, pur in un quadro giuridico definito a livello comunitario, saranno gli elementi caratterizzanti della proposta, secondo Hogan, che ha sottolineato l'intenzione di diminuire i controlli di Bruxelles sull'applicazione delle regole della Ue in agricoltura. Giansanti e Emo Capodilista hanno poi incontrato il vicepresidente della Commissione Agricoltura on. Paolo De Castro.

 
 

ALLERTA METEO: IN ARRIVO VENTO E GHIACCIO

Anche il Veneto tra le regione colpite dall’arrivo, a partire dalla notte tra giovedì e venerdì, dei flussi di aria fredda da nord-est. La Regione Veneto ha lanciato la fase operativa di attenzione per la protezione civile da riconfigurare a livello locale in fase operativa di preallarme o allarme a seconda dell’intensità dei fenomeni.
Nell’avviso emesso dalla regione si prevede vento forte su costa, pianura limitrofa e Prealpi dalle ore 00:00 di giovedì 22/02/2018; si segnala che il clima particolarmente rigido, anche dopo l’evento nevoso, favorirà la formazione e la persistenza di ghiaccio.
“L’ennesima bastonata per le nostre colture” afferma il presidente di Confagricoltura Venezia Giulio Rocca. “Il problema è infatti quello che arriviamo da una prima parte di inverno mite, con temperature più alte di almeno quattro gradi, e che ha portato molte piante a trovarsi molto più avanti rispetto al normale risveglio, con un marcato ingrossamento delle gemme, specie per gli alberi da frutto”.

 
 

URGENTE - NUOVI BANDI PSR: RACCOLTA MANIFESTAZIONI D'INTERESSE PER ADESIONE A PROGETTI COLLETTIVI A CARATTERE AMBIENTALE

fascia tampone

La misura 16.5.1 del nuovo bando del Piano di sviluppo rurale prevede la possibilità di presentare progetti collettivi a carattere ambientale. Le singole aziende, aderenti a tali progetti collettivi, in particolare potranno realizzare gli interventi previsti dalle misure 4.4.2: impianti di nuovi corridoi ecologici arboreo-arbustivi (siepi e fasce tampone), boschetti ed operazioni aziendali di riqualificazione della rete idraulica minore e 4.4.3: strutture funzionali alla diffusione della fauna selvatica (nidi artificiali, barriere, tunnel di attraversamento e passaggi sicuri per la fauna, realizzazione o ripristino di muretti a secco) e creazione di zone umide.
Le aziende che metteranno in atto tali interventi dovranno poi aderire, per un quinquennio, alle misure del PSR che prevedono pagamenti agroclimatici ambientali 10.1.3, per le siepi fasce tampone e boschetti ed alla misura 10.1.6 per il mantenimento di prati umidi e zone umide, per la semina di colture a perdere e per la conversione a prato di superfici a seminativo percependo i relativi aiuti previsti.
I soggetti preposti alla predisposizione di tali progetti collettivi sono stati individuati dalla regione nei Consorzi di Bonifica competenti per territorio; in questa fase è pertanto necessario ed urgente che gli agricoltori interessati comunichino al proprio Ufficio zona di Confagricoltura l'eventuale loro interesse a partecipare affinchè noi possiamo presentare ai Consorzi un'elenco di aziende potenzialmente disponibili ad attuare una o più azioni previste dal bando.

 
 

AUTORIZZAZIONI VITICOLE 2018: LA REGIONE FISSA LE PRIORITA'

Dopo l'approvazione del decreto per le autorizzazioni viticole del 2018 (riportata nella precedente newsletter), la Regione Veneto ha approvato il decreto che dà attuazione alle priorità e che fissa le superfici minime e massime per ciascun richiedente.
E' stato così stabilito un tetto massimo di un ettaro per azienda, ammettendo la priorità per le aziende che hanno applicato l'agricoltura biologica sull'intera superficie vitata per almeno cinque anni prima.
Inoltre, qualora la superficie richiesta dagli agricoltori superi la superficie disponibile a livello regionale (896 ettari), verrà garantito il rilascio di autorizzazioni per una superficie di 0,1 ettari per ogni domanda, con eventuale riduzione di tale limite se la superficie disponibile non è sufficiente a garantirne il rilascio a tutti i richiedenti.
Per la presentazione delle domande di autorizzazione è necessario attendere la messa a punto delle procedure. Per ora il termine rimane fissato al prossimo 31 di marzo.

 
 

PRODUZIONE BIOLOGICA: NUOVA PROROGA TERMINI

Si comunica che con proprio Decreto n. 7 del 29/01/2018 la Regione del Veneto ha disposto, per l’anno 2018, l’ulteriore proroga al 31 Marzo 2018 del termine per la presentazione delle comunicazioni inerenti i programmi annuali di produzione per l’ambito biologico.

 
 

BIETOLE: LA REGIONE SOSTIENE IL SETTORE CON UN AIUTO SPECIFICO

Barbabietola1100 2

La Regione Veneto ha deciso di sostenere la produzione bieticola con un aiuto specifico concesso nel 2018 alle aziende agricole che coltivano bietole nel territorio della regione nel rispetto della normale rotazione colturale.
L'aiuto, che vanta di una dotazione finanziaria di 750 mila euro da distribuirsi su circa 10 mila ettari, sarà erogato all'interno del regime "de minimis", che prevede un limite massimo di contributi di 15 mila euro nell'ultimo triennio. Al raggiungimento del suddetto tetto concorrono tutti gli aiuti "de minimis" percepiti nel triennio, come quello concesso alla coltivazione di grano duro.

 
 

PSR AGROAMBIENTE - NUOVE DOMANDE: OTTIMIZZAZIONE TECNICHE AGRONOMICHE E INDENNITA' COMPENSATIVE

psr 14 20

La Regione ha disposto l’apertura dei termini di presentazione delle domande di aiuto per le seguenti misure:
- 10.1.2 Ottimizzazione ambientale delle tecniche agronomiche ed irrigue con un budget di 15 milioni;
- 13.1.1 Indennità compensativa in zona montana con un importo a bando di 20 milioni di euro.
Riportiamo di seguito una sintesi del contenuto delle suddette misure. Il termine per la presentazione delle domande è il 15 maggio 2018.
10.1.2 Ottimizzazione ambientale delle tecniche agronomiche ed irrigue: la misura sostiene l'adozione di tecniche di coltivazione che assicurino l’appropriato utilizzo dei fitonutrienti e della risorsa idrica, al fine di allineare i potenziali fabbisogni delle colture alla necessità di tutela della qualità delle risorse idriche superficiali e profonde. Nel rispetto del 25% della SOI aziendale, i terreni ad impegno possono variare negli anni in funzione della rotazione colturale, assicurando comunque il mantenimento della consistenza della SAU seminativa aziendale obbligatoria ad impegno.

 
 

PSR AGROAMBIENTE: DOMANDE DI CONFERMA ENTRO IL 15 MAGGIO

siepi vigneto

La Regione Veneto ha disposto l’apertura dei termini di presentazione delle domande di conferma per l’anno 2018 per le misure agroambientali relative ai seguenti interventi:
- 10.1.1 Tecniche agronomiche a ridotto impatto ambientale; 10.1.3 Gestione attiva di infrastrutture verdi; 10.1.4 Gestione sostenibile di prati, prati-seminaturali, pascoli e prati-pascoli in zone montane; 10.1.7 Biodiversità - Allevatori e coltivatori custodi; 11.1.1 Pagamenti per la conversione all’agricoltura biologica; 11.2.1 Pagamenti per il mantenimento dell’agricoltura biologica del Programma di Sviluppo Rurale per il Veneto 2014-2020 di cui ai bandi della DGR n. 440/2015, n. 465/2016 e n. 435/2017;
- impegni pluriennali ancora in essere relativi alla Misura 6 Agroambiente azioni 6 CE, e alla Misura 8 Imboschimento del PSR 2000-2006, nonché per gli impegni ancora in essere relativi al regolamento (CEE) n. 2080/92, nonché per gli impegni assunti negli anni 2008, 2009, 2010 e 2011 relativi alle misure 221 Primo imboschimento dei terreni agricoli e 223 Primo imboschimento dei terreni non agricoli del PSR 2007-2013;
- domande di conferma per l’anno 2018 per le misure 214 Pagamenti agroambientali - sottomisure a, d, del Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013, presentate a seguito dell’approvazione del bando di cui alla DGR n. 456/2014, già oggetto di conferma per il 2015 ai sensi della DGR n. 607/2015.
Il termine per la presentazione delle domande è il 15 maggio 2018.

 
 

MAIS OGM: UNO STUDIO CONFERMA CHE NON ESISTE NESSUNA EVIDENZA DI RISCHI PER LA SALUTE

mais

Il mais Ogm non è rischioso per la salute umana. È quanto risulta dalla più vasta analisi dei dati relativi a 21 anni di coltivazioni nel mondo e condotta da Scuola Superiore Sant'Anna e Università di Pisa. Lo studio, pubblicato su Scientific Reports, ha analizzato i dati sulle colture dal loro inizio nel 1996 fino al 2016, in Usa, Europa, Sud America, Asia, Africa e Australia.
"Lo studio ha riguardato esclusivamente l'elaborazione rigorosa dei dati scientifici e non l'interpretazione politica dei medesimi", sostengono i ricercatori rilavando che i dati appena pubblicati permettono di "trarre conclusioni univoche, aiutando ad aumentare la fiducia del pubblico nei confronti del cibo prodotto con piante geneticamente modificate".
La metanalisi si è basata su 11.699 osservazioni che riguardano le produzioni, la qualità della granella (incluso il contenuto in micotossine), l'effetto sugli insetti target e non-target, i cicli biogeochimici come contenuto di lignina negli stocchi e nelle foglie, perdite di peso della biomassa, emissione di anidride carbonica dal suolo.

 
 

RIORGANIZZAZIONE DELLA DISCIPLINA SULLA RIPRODUZIONE ANIMALE: LA DENUNCIA DI CONFAGRICOLTURA VENETO

zootecnia

Caos sul decreto sul sistema allevatoriale, testo attualmente al vaglio degli assessori regionali nella Conferenza Stato Regioni. A quanto pare i 250 milioni stanziati per la Biodiversità andrebbero tutti al sistema della banca dati gestita dall’Aia e alle sue organizzazioni territoriali, le varie Apa. In sostanza, denuncia Confagricoltura Veneto, sebbene il decreto contempli, come anche previsto dall’Unione europea, la liberalizzazione della banca dati relativa alla certificazione animale, per come è stato redatto il decreto sembrerebbero esserci dei paletti che non permetterebbero di fatto alcuna modifica, tanto da mantenere un vero e proprio monopolio. La questione riguarda la tanto attesa riorganizzazione della disciplina sulla riproduzione animale (legge 30).

 
 

AGGIORNAMENTI NORMATIVI IN APICOLTURA: NUOVE DISPOSIZIONI E CHIARIMENTI APPLICATIVI

ape 600x400

Con una nota del 13 febbraio l’Unità regionale Veterinaria e Sicurezza alimentare ha fornito gli aggiornamenti legislativi in materia di apicoltura e le indicazioni applicative, viste le modifiche apportate alle vigenti norme in materia.
Le nuove disposizioni vengono assunte, in particolare, alla luce del decreto direttoriale ministeriale 22 novembre 2017, che fornisce indicazioni per la comunicazione e la registrazione nella Banca dati apistica nazionale delle movimentazioni sul territorio nazionale di materiale apistico vivo, e della legge regionale n.41 del 6 dicembre 2017, relativa a norme per la tutela lo sviluppo e la valorizzazione dell’apicoltura.

 
 

IL TURISMO VENETO INCONTRA L'AGRITURISMO - MESTRE 26 FEBBRAIO

turismo veneto agriturismo

Per aggiornare gli operatori sulle nuove dinamiche del turismo veneto, conoscere i progetti messi in campo dalla Regione Veneto per la gestione e la promozione del turismo, comprendere l’andamento del settore e l’importanza dei dati statistici, Confagricoltura Veneto e Agriturist Veneto organizzano il prossimo lunedì 26 febbraio alle ore 15.30 presso la sede di Confagricoltura Veneto (Via C. Monteverdi, 15 – Mestre) un importante incontro con i responsabili del settore turismo della Regione Veneto.
Il convegno, dal titolo “IL TURISMO VENETO INCONTRA L’AGRITURISMO”, è un’opportunità unica per far incontrare i nostri agriturismi con tutto il mondo dell’organizzazione turistica regionale.
All’incontro interverranno:
Dott. Stefan Marchioro- Progetti territoriali e governance del turismo Regione del Veneto
Dott. Renato Francescon – P.O. Agriturismo e turismo enogastronomico Regione del Veneto
Dott.ssa Carla Pesce – P.O. Statistiche economiche e programmazione Regione del Veneto
Programma completo
Invitiamo tutti i soci interessati a partecipare all’incontro.
Per info: 0498223544 – clarissa.gulotta@confagricolturaveneto.it

 
 

Visita ANGA all'azienda agr. Serenissima - Codevigo 2 marzo

greenfarm immagine progetto 1160x700

Venerdì 2 marzo 2018 l'ANGA organizza una visita alla Società Agricola Serenissima "Green Farm", che si occupa della coltivazione e trasformazione di microalghe. Si tratta di una realtà molto innovativa che opera in un settore di nicchia, che riscuote sempre maggiore attenzione dai consumatori.
Tutti gli associati della Confederazione sono invitati.
La Società Agricola Serenissima S.S. produce, nell’impianto di Conche di Codevigo (PD), microalghe e cianobatteri avvalendosi di fotobioreattori di ultimissima generazione.
Si tratta di una tecnologia innovativa e brevettata che prevede la coltivazione di microrganismi fotosintetici all’interno di sacchi in materiale plastico.
La microalga così realizzata, cioè con processo produttivo al 100% biologico, risulta essere priva di ogni tipo di impurità, inodore, ed assolutamente integra nei suoi principi nutritivi, caratteristiche queste non riscontrabili nella maggior parte dei prodotti a base di spirulina oggi disponibili sul mercato italiano.
L'appuntamento sarà alle ore 15 presso la sede aziendale: Società Agricola Serenissima, via Frignolo 21, 35020 Conche di Codevigo (PD).
Si prega di confermare la propria partecipazione alla segrteteria.

 
 

CORSO ERBETTE SPONTANEE PER PALATI FINI: DAL CAMPO AL PIATTO PRONTO IN TAVOLA

bruscandoli cestinoOK1

Il Collegio Agrotecnici e Agrotecnici Laureati della Provincia di Venezia organizza il corso Erbette spontanee per palati fini: “Dal Campo al Piatto Pronto in Tavola”, dal 3 Aprile al 19 Maggio 2018. Le piante spontanee dei campi della nostra tradizione rurale contadina veneta ad uso alimentare, di interesse gastronomico e dalle innumerevoli proprietà benefiche per la salute umana.
Il corso prevede seminario in aula, uscite sul campo e laboratori in cucina, in 32 ore suddivise in 8 interventi. Il corso include 4 pasti, un show cooking con lo chef e la presenza dell'esperto in erbe culinarie Adolfo Rosati, oltre al dott. Stefano Bona dell’università di Padova.
PER INFO ED INVIO MODULO ADESIONE ALLEGATO ISCRIZIONE ENTRO 22 MARZO ASSIEME AL PAGAMENTO DEL CORSO: corsiveneziaagrotecnici@gmail.com
Sede del corso: Az. Agr. Casa di Anna, via Sardi 16, Zelarino (VE). Il corso è rivolto a liberi cittadini, cuochi di esercizi pubblici negli ambiti: ristorazione, agrituristico e delle fattorie didattice.

 
Not interested any more?

Per offrirti il miglior servizio possibile, in questo sito utilizziamo i cookies, continuando la navigazione ne autorizzi l'uso cookies.

Io accetto i cookies da questo sito

EU Cookie Directive Module Information