Newsletter Confagricoltura Venezia n. 5 del 02/02/18

This email contains graphics, so if you don't see them, view it in your browser.

venezia

 copertina nebbia campi

Newsletter n. 5 del 02/02/18

Indice:

  1. “Una Pac più semplice ed efficace per un'agricoltura innovativa e competitiva”;
  2. Produzione biologica: proroga termini al 15 maggio 2018;
  3. Raccolta adesioni corsi aggiornamento RSPP;
  4. Avvio corsi obbligatori sicurezza lavoratori;
  5. INPS: domande di disoccupazione agricola entro il 31 marzo;
  6. Abolizione schede carburante dal 1 luglio 2018;
  7. Attività di manipolazione su piante;
  8. Il nuovo “bonus verde”;
  9. Mutui bancari: prorogati i vantaggi per le aziende in difficoltà;
  10. Accordo di Bacino Padano e divieti di spandimento liquami per superamento PM10;
  11. Voucher per la digitalizzazione;
  12. Lavoratori disabili: invio del prospetto informativo entro il 28 febbraio;
  13. Esonero contributivo per i nuovi CD e IAP relativo all'annualità 2017;
  14. Minimali contributivi in vigore nel 2018;
  15. A Fieragricola Confagricoltura Veneto porta gli istituti agrari a scuola di futuro;
  16. Confagricoltura Venezia informa: archivio newsletter e sito.
 

DEAR Visitatore,

"UNA PAC PIU' SEMPLICE ED EFFICACE PER UN'AGRICOLTURA INNOVATIVA E COMPETITIVA"

PAC politica agricola comune 1716x700 c 600x245

E’ essenziale che l’impresa agricola ed il reddito degli imprenditori agricoli tornino al centro di una Politica agricola più semplice, più efficace e con regole davvero comuni. Lo ha detto il componente di giunta di Confagricoltura e Vicepresidente di Confagricoltura Veneto Giordano Emo Capodilista intervenendo al convegno inaugurale di Fieragricola.
“In primo luogo - ha spiegato Emo Capodilista - c’è il rischio che la definizione del quadro finanziario pluriennale dell’UE, che si inizierà a discutere quest’anno, possa determinare, anche a causa degli effetti della Brexit, un ridimensionamento delle risorse comunitarie per la PAC. Una ipotesi, questa, ovviamente tutta da scongiurare”.

 
 

PRODUZIONE BIOLOGICA: PROROGA TERMINI AL 15 MAGGIO 2018

Come richiesto da Confagricoltura, il termine per la compilazione informatizzata dei Programmi annuali di produzione vegetale, zootecnica, d'acquacoltura, delle preparazioni e delle importazioni da parte degli operatori biologici è stato prorogato dal 31 gennaio 2018 al 15 maggio 2018 (Decreto Ministeriale Mipaaf del 31/01/18).

 
 

RACCOLTA ADESIONI CORSI AGGIORNAMENTO RSPP

sicurezza agri

Ricordiamo inoltre che con il nuovo bando PSR sono stati finanziati tre corsi di aggiornamento per Datori di Lavoro che svolgono i compiti propri del Servizio di Prevenzione e Protezione dei rischi (RSPP), di 10 ore.
La sede e data dei corsi sarà definita in base alle adesioni raccolte. Vi invitiamo quindi a prendere già contatto con il referente provinciale dott. Ivano Marcorin (tel. 041 980000 - ivano.marcorin@agricoltorive.it) per la programmazione dei corsi. Al momento è previsto di svolgere un corso a Portogruaro e uno a Mestre, se si raggiungerà il numero di richieste sufficiente, tra marzo e aprile. I corsi si svolgeranno in due mezze giornate.
Questi corsi sono finanziati nell'ambito del PSR 2014-2020 e sono pertanto gratuiti, a condizione che il partecipante sia legato a un'azienda agricola con almeno una UTE (Unità Tecnica Economica) in Veneto con la qualifica di imprenditore agricolo o coadiuvante o partecipe familiare o dipendente agricolo

 
 

AVVIO CORSI OBBLIGATORI SICUREZZA LAVORATORI

LAVORO AGRICOLTURA 600x400

Ricordiamo che è obbligo del datore di lavoro assicurare che i dipendenti ricevano una formazione sufficiente ed adeguata in materia di salute e sicurezza. Ciò si traduce con la partecipazione dei lavoratori (se presenti in azienda per oltre 50 giornate all'anno) a specifiche attività formative che prevedono, per gli operai agricoli, 12 ore di lezione. La formazione specifica ha validità di 5 anni e deve essere rinnovata attraverso apposito corso di aggiornamento di 6 ore.
I prossimi corsi in programa sono a Mestre (19 e 21 febbraio, base e aggiornamento) e Portogruaro (metà marzo, base e aggiornamento).
Per adesioni è possibile contattare il referente per la formazione dott. Ivano Marcorin (041 980000 - ivano.marcorin@agricoltorive.it), inviando la scheda di adesione scaricabile dal nostro sito.

 
 

INPS: DOMANDE DI DISOCCUPAZIONE AGRICOLA ENTRO IL 31 MARZO

disoccupazione come fare domanda per la disoccupazione agricola

Si invitano cortesemente i Datori di Lavoro a segnalare ai propri lavoratori agricoli dipendenti, che hanno lavorato per almeno 102 giornate nel biennio 2016 e 2017, o per le medesime 102 giornate nel solo anno 2017, la possibilità di presentare entro il 31 marzo p.v. la domanda di DISOCCUPAZIONE AGRICOLA per il tramite del nostro PATRONATO ENAPA di Confagricoltura Venezia.

 
 

ABOLIZIONE SCHEDE CARBURANTE DAL 1 LUGLIO 2018

La Legge di Bilancio 2018 prevede che a partire dal 1 luglio 2018 le tradizionali schede carburante verranno abolite e scatterà l'obbligo della fatturazione elettronica per tutti gli acquisti di carburante per autotrazione.
Ciò determina che le imprese non potranno più compilare la vecchia scheda carburante ma riceveranno direttamente dall'esercente dell'impianto di distribuzione, tramite il canale SDI, l'apposita fattura che dovrà essere necessariamente elettronica ed in formato .xml.
Ai fini fiscali le spese di detrazione (nelle percentuali normativamente previste) del carburante saranno deducibili solo ed esclusivamente se effettuate mediante carta di credito, carta di debito o carte prepagate in base a quanto è stabilito dal comma 1-bis all'art. 164 TUIR.

 
 

ATTIVITA' DI MANIPOLAZIONE SU PIANTE

vivai zollatura

Con la risoluzione n. 11 del 29/01/2018 l'Agenzia delle Entrate ha reso ancora più ufficiale il contenuto di una risposta che aveva fornito a Confagricoltura nel 2015. L'argomento è il trattamento fiscale delle attività di manipolazione di piante acquistate da terzi, effettuate da vivaisti, qualora sia comunque rispettato il criterio della prevalenza delle piante prodotte nel proprio vivaio, rispetto a quelle acquistate da altri soggetti. E' stabilito che rientrano nel reddito catastale agrario – e quindi non sono tassate Irpef – le seguenti attività:
A. concimazione ed inserimento all’interno del terriccio di ritentori idrici al fine di garantire la shelf-life del prodotto, sia durante il trasporto che durante la fase di permanenza delle stesse presso il cliente;
B. trattamento delle zolle, al fine di eliminare gli insetti nocivi all’apparato radicale;
C. altre attività come la potatura, la steccatura e la rinvasatura.
Questo chiarimento ufficializzato costituisce un importante risultato positivo per tutto il settore del florovivaismo.

 
 

IL NUOVO “BONUS VERDE”

ecobonus

Con la Legge Finanziaria del 2018 è stato introdotto il “bonus verde”, cioè una nuova detrazione Irpef, pari al 36% delle spese sostenute per la “sistemazione a verde” di aree scoperte private, impianti di irrigazione, realizzazione pozzi, coperture a verde, giardini pensili, nel limite massimo di spesa di 5.000 Euro. La detrazione spetta al proprietario/detentore dell'immobile sul quale sono effettuati gli interventi, che sostiene effettivamente la spesa; ne possono quindi beneficiare: proprietari, usufruttuari, inquilini, comodatari ecc. Inoltre, gli interventi agevolabili dovranno essere effettuati su aree scoperte private di un edificio esistente, non sono agevolabili le spese sostenute per la sistemazione a verde in fase di costruzione di un nuovo immobile.

 
 

MUTUI BANCARI: PROROGATI I VANTAGGI PER LE AZIENDE IN DIFFICOLTA'

Fino al prossimo 31 luglio le piccole e medie imprese con problemi di liquidità possono chiedere l’attivazione delle misure siglate nel 2015 con un accordo tra Abi-Associazione bancaria italiana e le organizzazioni imprenditoriali dei vari settori produttivi, comprese quelle dell’agricoltura. La validità dell’accordo, che consente la sospensione del pagamento della quota capitale delle rate e l’allungamento dei finanziamenti, è stata prorogata recentemente dal 31 dicembre 2017 al 31 luglio prossimo. Possono beneficiare delle operazioni previste dall’accordo tutte le pmi operanti in Italia, comprese quelle che presentino alcune difficoltà finanziarie, a condizione che, al momento di presentazione della domanda, non abbiano posizioni debitorie classificate dalla banca come “sofferenze”, “inadempienze probabili” o esposizioni scadute e/o sconfinanti da oltre 90 giorni (imprese “in bonis”) in relazione a finanziamenti in essere alla data del 31/03/2015.

 
 

ACCORDO DI BACINO PADANO E DIVIETI DI SPANDIMENTO LIQUAMI PER SUPERAMENTO PM10 

pm10 agglomerati pm10 2017

Si ricorda, visto che il divieto assoluto di spandimento sta per finire, che dall’approvazione a giugno scorso del nuovo accordo di Bacino Padano è necessario controllare anche i superamenti dei limiti dei PM10 per il divieto di spandimento liquami.
E’ possibile infatti che i vari regolamenti comunali di quei comuni rientranti nell’Accordo (si veda mappa al link sotto) abbiano già incluso nei loro regolamenti i divieti di spandimento liquami una volta superati i livelli di PM10 monitorati da Arpav.
Appurato che il comune è soggetto ai divieti dell’accordo, serve poi controllare quando i divieti sono presenti, tramite il link:
http://www.arpa.veneto.it/temi-ambientali/aria/informazione-al-pubblico-sui-livelli-di-pm10
Questo bollettino non “dialoga” con il bollettino Nitrati

 
 

LAVORATORI DISABILI: INVIO DEL PROSPETTO INFORMATIVO ENTRO IL 28 FEBBRAIO

Le aziende e gli intermediari hanno tempo fino al 28 febbraio (nuovo termine) per trasmettere telematicamente il prospetto informativo che fotografa la situazione occupazionale al 31 dicembre 2017, ai fini dell'assolvimento degli obblighi previsti dalla normativa sul lavoro ai disabili.
La scadenza prevista dall'articolo 9, comma 6, della legge 68/1999 riguarda tutti i datori di lavoro che hanno almeno 15 dipendenti computabili, cioè utili ai fini del calcolo della quota da riservare ai lavoratori disabili e alle categorie protette.
Il prospetto non va presentato ogni anno ma solo se nell'anno precedente è variata la situazione occupazionale.
I datori che non adempiono agli obblighi sono soggetti a specifiche sanzioni:
- per la mancata trasmissione del prospetto informativo: 635,11 euro, più la maggiorazione di 30,76 euro per ogni giorno di ritardo;
- per la mancata copertura della quota di riserva: 153,20 al giorno per ogni lavoratore non occupato dal 61° giorno successivo alla data nella quale è scattato l'obbligo.

 
 

ESONERO CONTRIBUTIVO PER I NUOVI CD E IAP RELATIVO ALL'ANNUALITA' 2017 

iap

E’ fissata al 31 marzo 2018 la data di chiusura per la presentazione della richiesta di esonero contributivo per i giovani lavoratori autonomi agricoli coltivatori diretti (CD) e imprenditori agricoli professionali (IAP), con riferimento all'anno 2017.
Si precisa che si tratta delle istanze per beneficiare dello sgravio contributivo introdotto dalla legge di bilancio dello scorso anno per nuovi coltivatori diretti (CD) e imprenditori agricoli professionali (IAP) di età inferiore ai 40 anni che si iscrivevano all’apposita gestione INPS nel 2017 o che si erano iscritti nel 2016 se operanti in territori montani o svantaggiati
Per ricevere maggiori informazioni è possibile contattare gli ufficio del Patronato Enapa presso le sedi di Confagricoltura.

 
 

MINIMALI CONTRIBUTIVI IN VIGORE NEL 2018

Come tutti gli anni, anche per il 2018 l’INPS ha provveduto a determinare:
- il limite minimo di retribuzione giornaliera per il calcolo di tutte le contribuzioni dovute in materia di previdenza e assistenza sociale;
- i minimi retributivi previsti per ogni singola categoria e settore produttivo che vanno annualmente rivalutati in base all’aumento dell’indice medio del costo della vita;
- il massimale contributivo annuo;
- gli importi che non concorrono a formare il reddito di lavoro dipendente.
Scarica l’informativa

 
 

A FIERAGRICOLA CONFAGRICOLTURA VENETO PORTA GLI ISTITUTI AGRARI A SCUOLA DI FUTURO

Fieragricola

Studenti a lezione di futuro, con la cisgenetica e l’agricoltura di precisione. Succede a Fieragricola, dove Confagricoltura, in collaborazione con l’ente di formazione Erapra, ha organizzato una serie di incontri dedicati agli istituti agrari del Veneto mirati a fornire un’informazione sui temi innovativi che saranno di fondamentale importanza per lo sviluppo dei prossimi anni.
Due i cardini delle quattro giornate in fiera: l’agricoltura di precisione e la genomica, vista come uno strumento indispensabile per rendere le piante più resistenti ai patogeni anche alla luce dei cambiamenti climatici. Ad assistere alle spiegazioni dei tecnici e a filmati proiettati su un grande schermo oltre 250 studenti, provenienti dall’istituto agrario Munerati di Rovigo, dal Stefani Bentegodi di Buttapietra dal Parolini di Bassano del Grappa e dallo Scarpa-Mattei di San Donà di Piave.


 
 

CONFAGRICOLTURA VENEZIA INFORMA: ARCHIVIO NEWSLETTER E SITO

Confagricoltura Venezia

Ricordiamo che è sempre possibile consultare l'archivio completo delle newsletter settimanali che vengono inviate ai soci. Se cercate notizie che avete letto, potete trovarle entrando nella sezione "Archivio newsletter".
Nel nostro sito è inoltre possibile collegarsi direttamente alla pagina Facebook di Confagricoltura Venezia, consultare tutti i numeri del giornale di Confagricoltura Veneto "Gli Agricoltori Veneti", leggere le principali notizie relative ai settori tecnici, fiscale, sindacale, lavoro, consultare il calendario aggiornato dei corsi di formazione.

 
Not interested any more?

Per offrirti il miglior servizio possibile, in questo sito utilizziamo i cookies, continuando la navigazione ne autorizzi l'uso cookies.

Io accetto i cookies da questo sito

EU Cookie Directive Module Information