Newsletter Confagricoltura Venezia n. 29 del 21/07/17

This email contains graphics, so if you don't see them, view it in your browser.

venezia

 copertina pioppi

Newsletter n. 29 del 21/07/17

Indice:

  1. Aperti i bandi PSR per diversificazione e settore forestale;
  2. Assemblea di Confagricoltura - #noisiamoconfagricoltura 7 luglio 2017;
  3. Contratto di prestazione occasionale costoso e complicato;
  4. Saldo PAC 2016 e pagamento premi accoppiati;
  5. Scadenza presentazione PAI vite 2017;
  6. Presenza cinghiali in Veneto: parziale revisione del piano triennale della Regione;
  7. Grano/pasta e riso: firmati i decreti per avvio obbligo di origine in etichetta;
  8. Eletto il nuovo presidente dell’Associazione Maiscoltori Italiani;
  9. Imprenditoria femminile: Premio De@ Terra;
  10. Nuovo sito di Agriturist Veneto;
  11. Confagri Promotion: eventi vino 2017;
  12. Incoming di operatori commerciali europei – Padova 24 Ottobre.
 

DEAR Visitatore,

APERTI I BANDI PSR PER DIVERSIFICAZIONE E SETTORE FORESTALE

PSRVENETO SMALL

Ricordiamo che a partire dal 30 giugno sono aperti i termini per i nuovi bandi del Psr Veneto dedicati a diversificazione e settore forestale, con sei diversi tipi d’intervento nell’ambito del Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020. Il provvedimento stanzia complessivamente 25,8 milioni di euro. I tempi previsti per la presentazione delle domande di sostegno sono di 60 o di 90 giorni a partire da venerdì 30 giugno, data di pubblicazione sul Bollettino ufficiale regionale.

 
 

ASSEMBLEA DI CONFAGRICOLTURA - #NOISIAMOCONFAGRICOLTURA 7 LUGLIO 2017

giansanti

Assemblea di Confagricoltura, il Presidente Giansanti: "al centro delle politiche deve esserci il territorio. Le Imprese agricole, globali e smart, guardano lontano, guardano al mondo"
Servono misure per la competitività. L’Europa non è un’opzione, ma questa PAC va cambiata
"Siamo di fronte ad un bivio: le nostre imprese devono scegliere tra la strada del protezionismo e del declino, oppure essere globali con un’agricoltura vincente, che sa valorizzare il proprio territorio e che vuole raccogliere le nuove sfide del futuro. Confagricoltura – che ha nel proprio Dna le parole “innovazione” e “progresso” – non può sottrarsi alla responsabilità di indicare un modello di sviluppo che punti al “mondo”, attraverso un’agricoltura che sappia essere al passo con i tempi, sempre forte nei suoi valori ma posta in condizione di vincere tutte le prossime sfide che troverà davanti". Lo ha sottolineato il Presidente di Confagricoltura Massimiliano Giansanti, nella sua relazione che ha aperto i lavori dell’Assemblea generale di Confagricoltura che si è tenuta venerdì 7 luglio 2017 a Roma presso la Sala Petrassi dell’Auditorium Parco della Musica e che si è intitolata “Coltiviamo l’Italia” con hashtag #noisiamoconfagricoltura
"Con il titolo scelto, “Coltiviamo l’Italia” – ha aggiunto – abbiamo voluto ricordare che il territorio è il perno delle politiche agricole comunitarie e nazionali. Ma una cosa è il territorio, un’altra il localismo. Solo un’agricoltura attiva, competitiva, che guarda lontano e che produce reddito, a cui si offrono più opportunità che vincoli, sarà in grado di assicurare un idoneo presidio del territorio e dell’ambiente".

 
 

CONTRATTO DI PRESTAZIONE OCCASIONALE COSTOSO E COMPLICATO

lavoro nero 1

“Il contratto di prestazione occasionale è costoso, burocratico e complicato. Le nostre aziende sono restie a utilizzarlo”. Confagricoltura Verona boccia il nuovo strumento approvato con la cosiddetta “manovrina”, che va a sostituire l’istituto dei voucher.
Sembra che questo sistema sia stato inventato per scoraggiare le aziende a utilizzarlo, indirizzandole verso forme contrattuali di maggiori vincoli e costo – dice il presidente Paolo Ferrarese -. E infatti la risposta delle aziende, per ora, è molto tiepida. I voucher erano semplici, immediati e davano la possibilità di impiegare pensionati e studenti, prestandosi a lavori di breve durata. Il nuovo contratto è invece limitato ad aziende sotto i 5 dipendenti e la procedura comporta un carico burocratico che appesantisce le aziende agricole ed è causa di ulteriori costi. Infine, le circolari emanate dall’Inps sui chiarimenti del contratto di lavoro occasionale non sono chiare o, addirittura, vengono rimandate a dopo l’estate. Prevedibile il caos con le raccolte della frutta e la vendemmia, come anche un possibile ritorno alla deregulation del passato. Peccato, perché con i voucher si era riusciti a gestire in maniera ottimale e flessibile le attività stagionali”.

 
 

SALDO PAC 2016 E PAGAMENTO PREMI ACCOPPIATI

premi accoppiati 600x400

Si informa che nelle scorse settimane AVEPA ha provveduto al pagamento del saldo relativo alla Domanda Unica 2016, al netto del ricalcolo nazionale del valore dei titoli, e dei relativi premi accoppiati seminativi e zootecnia.
Gli importi dei premi accoppiati per l'anno 2016 sono i seguenti:
allevamenti da latte: 79,92 € capo
vacche nutrici: 136,35 € capo
bovini macellati: 33,84 € capo
bovini macellati con etichettatura: 73,19 € capo
bovini macellati certificati: 79,6 € capo
soia: 65,53 € per ettaro per i primi 5 ettari ridotto al 10% per gli ettari supplementari
riso: 96,18 € per ettaro
barbabietola da zucchero: 532,36 € per ettaro

 
 

SCADENZA PRESENTAZIONE PAI VITE 2017

vite

Si comunica che la scadenza per la presentazione dei PAI relativi all'assicurazione 2017 dell'uva da vino è fissata all’8 agosto 2017.
Invitiamo pertanto i soci che ancora non sono in possesso dei PAI uva da vino a prendere contatto con i nostri uffici per la comunicazione dei dati necessari al completamento della pratica.

 
 

PRESENZA CINGHIALI IN VENETO: PARZIALE REVISIONE DEL PIANO TRIENNALE DELLA REGIONE

cinghiali 600x450

La giunta regionale ha proceduto, su proposta dell’assessore all’agricoltura e alla caccia, ad una parziale revisione del Piano Triennale di gestione e controllo – a fini di eradicazione - del cinghiale (Sus scrofa L.) nel territorio regionale.
Dopo la fase di applicazione del piano esistente, sono state individuate alcune criticità che potevano minare la concreta e completa efficacia delle varie misure messe in campo, anche in considerazione dell’attuale fase di riordino della materia  in attuazione della riforma Delrio. La soluzione a tali specifiche criticità, nell’ambito di una obbligatoria verifica preventiva sul rispetto dei vincoli indicati dall’ISPRA, ha portato alla redazione di una revisione di alcune parti puntuali del Piano già approvato, in modo da mantenere un adeguato ed efficace livello dell’attività di controllo del suide.
“Lo scopo della revisione del Piano approvata – afferma l’assessore – è infatti quello di fornire il territorio di uno strumento ancora più adeguato alla soluzione dei problemi e dei danni connessi alla presenza del suide, attraverso il concorso del settore primario e del mondo venatorio nell’ambito di un coordinamento gestionale ed operativo garantito dalla Vigilanza Venatoria”.
Maggiori dettagli sulle modifiche saranno fornite nelle prossime settimane.

 
 

GRANO/PASTA E RISO: FIRMATI I DECRETI PER AVVIO OBBLIGO DI ORIGINE IN ETICHETTA

pastriso 600x399

I Ministri Maurizio Martina e Carlo Calenda hanno firmato i due decreti interministeriali per introdurre l’obbligo di indicazione dell’origine del riso e del grano per la pasta in etichetta.
I provvedimenti introducono la sperimentazione per due anni del sistema di etichettatura, nel solco della norma già in vigore per i prodotti lattiero caseari. Confagricoltura ha accolto con favore la firma dei due decreti interministeriali: “E’ un chiaro di segnale di sostegno alle produzioni agroalimentari del nostro Paese – commenta il presidente Massimiliano Giansanti – che si distinguono per qualità e sicurezza e che devono puntare sempre più sull’internazionalizzazione, anche attraverso accordi commerciali che rimuovono ostacoli e barriere tariffarie, e con regole chiare e trasparenti.”

 
 

ELETTO IL NUOVO PRESIDENTE DELL'ASSOCIAZIONE MAISCOLTORI ITALIANI

ami associazione italiana maiscoltori logo

Cesare Soldi è il nuovo presidente dell’Associazione Maiscoltori Italiani (AMI). Ad eleggere all’unanimità l’agricoltore cremonese è stata l’Assemblea dei Soci che si è riunita martedì 11 luglio presso la sede di Confagricoltura Veneto a Mestre (VE). Soldi succede così a Marco Aurelio Pasti, che lascia l’incarico dopo ben sedici anni.
Ringrazio Pasti e l’Assemblea dei soci AMI per l’incarico che mi hanno affidato e mi impegnerò ad affrontare con il massimo impegno - ha detto Soldi subito dopo la sua elezione. - Nel nostro Paese la maiscoltura ha subito un forte arretramento negli ultimi anni, scendendo all’incirca da 1,5 milioni di ettari coltivati a meno di un milione. Ma insieme agli ettari è sceso anche il reddito dei maiscoltori”. È evidente quindi, come infatti lo stesso Soldi ha osservato, che i problemi da affrontare sono molti e attinenti ad ambiti diversi: pensiamo per esempio a quello sanitario, organizzativo, ambientale ma anche riguardo la politica sindacale e i rapporti con la società. “Per questo, occorre un grande sforzo comune in modo da individuare soluzioni adeguate. Uno dei prossimi impegni in tal senso sarà quindi legato alla riforma della PAC, che per certi versi può essere considerata responsabile della contrazione di questa coltura in Italia”.
Ad affiancare il neo-presidente nel corso del suo mandato saranno i consiglieri Fausto Nodari (Brescia), Roberto Begnoni (Mantova), Daniele Vendrame (Friuli Venezia Giulia), Leonardo Gagliardo e Marco Aurelio Pasti (entrambi del Veneto); in particolare quest’ultimo, con la sua presenza in Consiglio, garantirà la continuità con il lavoro svolto. Sempre per quanto riguarda il Consiglio, va segnalato poi che probabilmente verrà cooptato al suo interno anche un agricoltore piemontese in modo da avere una rappresentanza completa di tutta la Pianura Padana, che – come è noto - costituisce la più importante zona di produzione del mais in Italia.
Si ricorda altresì che l’AMI ricopre un importante ruolo a livello internazionale in quanto rappresenta l’Italia nella Confederazione Europea dei Produttori di Mais, svolgendo un’efficace azione di lobby a Bruxelles a fianco di altre organizzazioni professionali agricole quali COPA e COGECA.

 
 

IMPRENDITORIA FEMMINILE: PREMIO DE@ TERRA

dea terra

L’Istituto di servizi per il mercato agricolo alimentare (ISMEA), in collaborazione con il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, ha emanato un bando di concorso per la XVI edizione del Premio De@Terra, finalizzato all'individuazione di 6 imprenditrici agricole operanti sul territorio nazionale che si siano distinte per la propria iniziativa imprenditoriale.
La domanda di partecipazione, corredata della documentazione compilata in ogni sua parte e debitamente firmata dalla candidata, deve pervenire, a pena di esclusione, entro e non oltre le ore 12.00 del giorno 8 settembre 2017.
Alle imprenditrici vincitrici del premio De@Terra 2017 sarà attribuito, quale premio, la partecipazione ad una visita di studio per lo scambio di buone prassi presso alcune realtà agricole dell'Unione europea, creando i presupposti per lo sviluppo e il consolidamento di effettive opportunità di crescita imprenditoriale.
Scarica il bando e la modulistica

 
 

NUOVO SITO DI AGRITURIST VENETO

Az.agr .Conte Emo Capodilista casa di nando 600x401

E' online il nuovo portale di Agriturist Veneto, realizzato per la promozione delle aziende agrituristiche associate.
Il portale offre un'ampia gamma di proposte e spunti di viaggio per entrare pienamente in contatto con la qualità dei prodotti tipici dell'enogastronomia veneta, percorrendo itinerari che collegano paesaggi rurali a parchi naturalistici e luoghi culturali nascosti che meritano di essere scoperti.
Le sette province venete sono infatti caratterizzate da un variegato mosaico che racchiude e tiene insieme prodotti, storie, città d’arte, monumenti e paesaggi di originale bellezza.
Il sito vuole essere uno strumento utile sia per tutti gli operatori, che potranno comunicare le specificità della propria azienda, dei prodotti e delle attività svolte, sia per i turisti, che potranno vivere una vacanza ricca di contenuti ed esperienze, alloggiando negli agriturismi Agriturist, per assaporare ancor di più la tipicità e l'essenza del territorio.

 
 

CONFAGRI PROMOTION: EVENTI VINO 2017

Verona. Bicchiere 1. Italia. 2008 600x379

Confagri Promotion, società partecipata da Confagricoltura che si occupa di promozione, informazione e divulgazione dei prodotti agricoli e/o agroalimentari a livello nazionale, internazionale e comunitario, organizza per il settore vino una serie di attività di internazionalizzazione rivolta a diversi mercati.
Si tratta in particolare di due eventi B2B con buyer selezionati (importatori, distributori e Ho.Re.Ca.).
Il primo evento B2B si svolgerà a Roma dal 5 al 9 Ottobre 2017 e ha come obiettivo l’internazionalizzazione verso i mercati emergenti di Messico, Singapore, Taiwan e Vietnam.
Il secondo avrà invece come obiettivo il mercato americano e nello specifico quello del Texas. L’evento si svolgerà nella città di Houston nei primi 15 giorni di novembre 2017.
Maggiori informazioni

 
 

INCOMING DI OPERATORI COMMERCIALI EUROPEI - PADOVA 24 OTTOBRE

Icecop

ICE, in collaborazione anche con Confagricoltura, organizza nel prossimo mese di ottobre un progetto di incoming di operatori commerciali dei paesi europei (importatori e distributori) per il settore agroalimentare. Una delle tappe del progetto sarà a Padova in data 24 ottobre.
L’obiettivo è di incrementare la penetrazione commerciale nei mercati esteri di maggiore rilevanza per il made in Italy di prodotti alimentari con un potenziale di proiezione internazionale e la capacità di operare su mercati esigenti e sensibili all’alta qualità. Il progetto prevede la selezione e invito in Italia di circa 30 operatori commerciali europei (importatori e distributori) complessivamente che prenderanno parte a un programma di B2B con le aziende italiane che saranno ammesse a partecipare.
Per partecipare è possibile inviare una richiesta di adesione compilando il form ICE entro la sera del lunedì 31 luglio 2017. Le schede delle aziende iscritte saranno trasmesse ai buyer per favorire un adeguato matching di interessi. Alle aziende selezionate in base all’ordine di iscrizione e alle preferenze dei buyer verrà confermato l’incontro comunicandone la sede e l’orario. Dopo la selezione, le aziende ammesse, che parteciperanno agli incontri B2B, verseranno un contributo forfettario di € 250,00 a copertura parziale dei costi di organizzazione degli eventi. Restano a carico delle imprese partecipanti le spese di viaggio ed eventuale alloggio per raggiungere la sede di svolgimento degli incontri e l’invio di eventuali campionature.
Maggiori info

 
Not interested any more?

Per offrirti il miglior servizio possibile, in questo sito utilizziamo i cookies, continuando la navigazione ne autorizzi l'uso cookies.

Io accetto i cookies da questo sito

EU Cookie Directive Module Information