Newsletter Confagricoltura Venezia n. 26 del 03/07/17

This email contains graphics, so if you don't see them, view it in your browser.

venezia

 copertina lemesteghe vigneti2

Newsletter n. 26 del 03/07/17

Indice:

  1. Aperti i bandi PSR per diversificazione e settore forestale;
  2. Rincari ortofrutta, guadagna solo la grande distribuzione;
  3. Agroalimentare veneto: Report congiunturale 2016;
  4. Autorizzazione all’utilizzo del Glisofate: Confagricoltura Veneto scrive al Presidente Luca Zaia;
  5. Gasolio agevolato: supplemento irrigazione;
  6. Proroga apertura e aggiornamento PUA e registro concimazioni;
  7. Assicurazioni agevolate 2015: PAI entro ottobre;
  8. Reti d’impresa: chiarimenti dall’Agenzia delle Entrate;
  9. Lavoro d’estate in condizioni di temperatura elevata. Attenzione al rischio di colpo da calore;
  10. Pinot Grigio – Incontri Consorzio Doc delle Venezie - Treviso 11 luglio;
  11. Convegno - Grano e mais: problematiche e innovazione - Cavarzere 12 luglio;
  12. Nuovo numero de "Gli Agricoltori Veneti".
 

DEAR Visitatore,

APERTI I BANDI PSR PER DIVERSIFICAZIONE E SETTORE FORESTALE

PSRVENETO SMALL

A partire dal 30 giugno sono aperti i termini per i nuovi bandi del Psr Veneto dedicati a diversificazione e settore forestale. La Giunta Regionale, con l’approvazione della deliberazione n. 989 ha disposto l’apertura dei termini per la presentazione delle domande di aiuto per sei diversi tipi d’intervento nell’ambito del Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020. Il provvedimento stanzia complessivamente 25,8 milioni di euro. L’approvazione definitiva da parte della Giunta è arrivata a seguito del parere positivo espresso negli scorsi giorni dalla Terza Commissione del Consiglio Regionale. I tempi previsti per la presentazione delle domande di sostegno sono di 60 o di 90 giorni a partire da venerdì 30 giugno, data di pubblicazione sul Bollettino ufficiale regionale.

 
 

RINCARI ORTOFRUTTA, GUADAGNA SOLO LA GRANDE DISTRIBUZIONE

rincari ortofrutta 600x496

Con il caldo cominciano a rincarare i prezzi dell’ortofrutta. Dai meloni alle pesche gli aumenti sono anche del 30% e i vantaggi non si stanno riversando sulle aziende agricole.
Le potenti lobby della distribuzione stanno mettendo in ginocchio l’ortofrutta europea – dice Andrea Foroni, presidente dei frutticoltori di Confagricoltura Veneto -. C’è in atto una speculazione sia sul mercato nazionale, sia a livello internazionale, che vede in prima fila la grande distribuzione tedesca che ha incrementato i prezzi di pesche e nettarine. La pressione della produzione in Spagna non aiuta e rende spuntate le armi dei nostri produttori, costretti a vendere al ribasso i loro prodotti. L’unica strada da percorrere sempre più in futuro è l’aggregazione, seguendo la scia di Opera, l’organizzazione di frutticoltori specializzata nella coltivazione delle pere che rappresenta il 30% della produzione nazionale. Solo così si può aumentare il peso contrattuale dei comparti, riducendo la concorrenza interna e garantendo indotti superiori ai frutticoltori”.

 
 

AGROALIMENTARE VENETO: REPORT CONGIUNTURALE 2016

agroal veneto 600x391

Secondo il Rapporto 2016 sulla congiuntura dell’agroalimentare veneto, presentato da Veneto Agricoltura a Legnaro, il comparto agroalimentare regionale ha tenuto (+0,3% rispetto al 2015) e vale ben 5,7 miliardi di euro. Per il Direttore di Veneto Agricoltura Alberto Negro, “vanno fatti però dei distinguo. Alle performance da record del settore vitivinicolo, trainato dal “fenomeno” Prosecco (+22% in valore e +21% in quantità) si contrappone l’arretramento degli allevamenti, per i prezzi in picchiata del latte (-7,4%) e degli avicoli (-7,5%).
Anche nel comparto degli ortofrutticoli si segnala lo stesso andamento in chiaroscuro, ha continuato il Direttore dell’Agenzia: alcune produzioni hanno registrato infatti ottime performance mentre altre, al contrario, hanno subito dei cali anche non indifferenti.
Scarica la sintesi del rapporto e le stime per il 2017

 
 

AUTORIZZAZIONE ALL'UTILIZZO DEL GLISOFATE: CONFAGRICOLTURA VENETO SCRIVE AL PRESIDENTE LUCA ZAIA

glifosato zaia 600x379

Confagricoltura Veneto ha scritto al Presidente Luca Zaia e agli assessori all’Agricoltura e all’Ambiente del Veneto per chiedere il supporto della Regione Veneto al fine di evitare che in sede UE siano prese decisioni più restrittive in merito all’utilizzo del Glisosate, non in linea con i documenti scientifici recentemente pubblicati ed in contrasto con le esigenze degli agricoltori.
Confagricoltura Veneto ha ricordato al Presidente che se non dovesse essere confermata l’autorizzazione sul glifosate le aziende agricole italiane verrebbero private di un importante strumento per il loro lavoro, rendendole meno competitive rispetto alle aziende di Paesi extra UE, dove la sostanza resterebbe comunque ammessa.
Con la lettera è stato inoltre chiesto alla Regione di non prevedere disposizioni normative ulteriormente restrittive sull’uso del glifosate rispetto a quanto indicato dall’Unione Europea e dallo stesso Ministero della Salute, cosa che è già avvenuta in alcune Regioni italiane che hanno deliberato il divieto o manifestato politicamente l’interesse a vietare i prodotti contenenti il principio attivo per le aziende che aderiscono ai disciplinari di produzione integrata.
L’auspicio è quello di ricordare all’amministrazione regionale che gli agricoltori da noi rappresentati sono e restano attenti verso tutti gli strumenti di controllo delle malerbe e difesa fitosanitaria in grado di migliorare progressivamente le tecniche agricole, ma al contempo di chiedere pari attenzione alle ripercussioni economiche e di conseguenza sociali che alcune decisioni hanno per le aziende ed il sistema produttivo.

 
 

GASOLIO AGEVOLATO: SUPPLEMENTO IRRIGAZIONE

gasolio agricolo

Con decreto del Direttore di Avepa sono state autorizzate le assegnazioni supplementari per l'irrigazione di soccorso 2017. L'applicativo in uso ai CAA è già stato aggiornato con l'inserimento della lavorazione “irrigazione di soccorso” per le colture per le quali la medesima è prevista nelle nuove tabelle ettaro coltura approvate con DGR 582 del 2016.
Le assegnazioni di carburante per tale lavorazione sono autorizzate per tutto il territorio regionale e per il 100% del valore tabellare ridotto del 23% come da disposizioni ministeriali.

 
 

PROROGA APERTURA E AGGIORNAMENTO PUA E REGISTRO CONCIMAZIONI

registro concimazioni 600x450

Con DGR n. 933 del 23/06/2017 sono stati individuati, per il 2017, i termini di compilazione del Piano di Utilizzazione Agronomica (PUA) e del registro web delle concimazioni.
Si ricorda agli interessati che gli interventi da riportare nel registro web delle concimazione entro le date segnalate sono quelli già realizzati dall’azienda agricola a partire dal 1 gennaio 2017. Gli ulteriori successivi aggiornamenti del registro web delle concimazioni devono essere riportati entro 30 giorni dalla data di esecuzione in campo delle fertilizzazioni azotate (organiche o di sintesi).

 
 

ASSICURAZIONI AGEVOLATE 2015: PAI ENTRO OTTOBRE

assicurazioni agevolate

Viste le difficoltà operative non ancora risolte, il Ministero delle politiche agricole ha deciso di posticipare ulteriormente i termini per la presentazione delle domande di sostegno e delle domande di pagamento relative alle polizze assicurative del 2015. I nuovi termini saranno i seguenti: domanda di sostegno entro il 31 ottobre 2017; domanda di pagamento entro il 31 gennaio 2018.
Dopo due anni migliaia di agricoltori di tutta Italia aspetteranno ancora i sostegni per le assicurazioni agevolate della campagna 2015, e ciò per l’inefficienza di Agea e per delle norme, comunitarie e nazionali, di difficile applicazione.
Anziché risolvere i problemi burocratici che impediscono la conclusione delle pratiche e che stanno bloccando l’erogazione degli aiuti si continua a prorogare la scadenza, alimentando il disagio degli agricoltori.

 
 

Reti d’impresa: chiarimenti dall’Agenzia delle Entrate

rete 300x195

Con la risoluzione n. 75 del 21 giugno scorso, l’Agenzia delle Entrate è tornata ad occuparsi di reti di imprese, ed in particolare della rete agricola.
Secondo l’art. 3 del D.L. n. 5/2009, la rete è un contratto con cui più imprenditori si obbligano, in base ad un programma comune, a collaborare, scambiandosi informazioni o prestazioni di natura industriale, commerciale, tecnica o tecnologica, o ad esercitare in comune una o più attività rientranti nell’oggetto della propria impresa, allo scopo di accrescere la capacità innovativa e la competitività sul mercato. Con l’art. 1-bis del D.L. n. 91/2014 è stata introdotta la “rete agricola”, un contratto che deve essere sottoscritto da sole imprese agricole che siano piccole o medie (cioè, che occupano meno di 250 persone, il cui fatturato annuo non supera i 50 milioni di euro o il cui totale di bilancio non supera i 43 milioni di euro); le imprese partecipanti mettono in comune i fattori della produzione (attrezzature, know how, risorse umane) per ottenere della produzione agricola che favorisca la crescita imprenditoriale, in termini di innovazione e competitività. La rete agricola produce l’importante effetto fiscale dell’attribuzione del prodotto a titolo originario tra i partecipanti, purché sia finalizzata alla produzione: se tutti i partecipanti hanno contribuito alla produzione, il ricavato è considerato come ottenuto in proprio da ciascuno di essi.

 
 

LAVORO D'ESTATE IN CONDIZIONI DI TEMPERATURA ELEVATA. ATTENZIONE AL RISCHIO DI COLPO DA CALORE

colpo di calore

Il rischio da calore è un’emergenza che, in determinate condizioni di temperatura e umidità, può manifestarsi per i lavoratori del comparto agricolo. Per i datori di lavoro, in particolare, c’è l’obbligo di valutare “tutti i rischi per la sicurezza e la salute dei lavoratori”, compresi quelli riguardanti “gruppi di lavoratori esposti a rischi particolari” e quindi anche al rischio di danni da calore.
Le diverse Ulss del Veneto hanno divulgato le schede che aiutano nell’individuare le condizioni di temperatura e umidità in cui c’è maggior probabilità che si verifichi il colpo di calore, i sintomi, con le relative conseguenze, e le misure di prevenzione e di soccorso.
Scheda sul colpo di calore

 
 

PINOT GRIGIO - INCONTRI CONSORZIO DOC DELLE VENEZIE - TREVISO 11 LUGLIO

invito consorzio pinot grigio confagricoltura 600x347

Per presentare il nuovo Consorzio Doc delle Venezie e far conoscere ai soci viticoltori le novità sulla produzione e commercializzazione del Pinot grigio a partire dalla prossima vendemmia, Confagricoltura Veneto organizza un incontro e momento di confronto sul territorio con il neo-costituito Consorzio Doc Delle Venezie.
TREVISO – Martedì 11 Luglio alle ore 18.00
presso Centro Polivalente Comune di Monastier di Treviso (Piazza Marconi, 1 Monastier – parcheggio c/o Azienda Collalto Giustiniani a 100m).
All'incontro interverranno il presidente del Consorzio dr. Albino Armani e i dirigenti Confagricoltura.
La partecipazione è aperta ai soci di tutte le province.
La DOC delle Venezie è una realtà rilevante a cui Confagricoltura del Veneto attribuisce grande importanza strategica. Pertanto i produttori di uve e di vini atti ad essere destinati alla produzione di Pint grigio possono rivolgersi agli uffici dell’associazione per l’iscrizione al Consorzio delle Venezie.
I modelli per l’adesione sono disponibili qui
Per partecipare è possibile ISCRIVERSI ONLINE selezionando la data prescelta o inviare l’adesione a clarissa.gulotta@confagricolturaveneto.it (Tel. 041 987400 int.226)

 
 

CONVEGNO - GRANO E MAIS: PROBLEMATICHE E INNOVAZIONE - CAVARZERE 12 LUGLIO

Silimbani

Mercoledì 12 luglio, alle ore 9.00 a Palazzo Silimbani a Cavarzere (VE), si terrà il convegno "Grano e mais: problematiche e innovazione".
Saranno presenti il presidente di Confagricoltura Venezia Giulio Rocca, il presidente di Confagricoltura Veneto Lodovico Giustiniani, il presidente di Confagricoltura Mandamento Cavarzere-Cona Romano Silimbani, il presidente di Confagricoltura Rovigo Stefano Casalini, il direttore di Confagricoltura Rovigo Massimo Chiarelli.
Interverrano il dott. Pierluigi Meriggi (Responsabile Centro Sperimentale HORTA) e il prof. Amedeo Reyneri (Università di Torino, Dipartimento di Scienze Agrarie, Forestali e Alimentari). Seguirà un dibattito moderato da Lorenzo Andreotti, giornalista de “L’Informatore Agrario”, a cui parteciperanno Damiano Avondoglio (Limagrain), Massimo Bestetti (Chimiberg), Alfredo Bernard (Syngenta), Arnaldo Bovolenta (Produttori Sementi Polesani), Roberto Cecchinato (KWS), Francesco Crespi (Eurochem), Stefano Gardenghi (Timac Agro Italia), Matteo Zennaro (Sipcam).
Tutti i soci sono invitati a partecipare.

 
 

NUOVO NUMERO DE "GLI AGRICOLTORI VENETI"

agricoltori veneti luglio17

Disponibile il numero di luglio-agosto 2017 de "Gli Agricoltori Veneti", il giornale di Confagricoltura Veneto e degli imprenditori agricoli del Veneto.

 
Not interested any more?

Per offrirti il miglior servizio possibile, in questo sito utilizziamo i cookies, continuando la navigazione ne autorizzi l'uso cookies.

Io accetto i cookies da questo sito

EU Cookie Directive Module Information