Newsletter Confagricoltura Venezia n. 24 del 16/06/17

This email contains graphics, so if you don't see them, view it in your browser.

venezia

 maxresdefault

Newsletter n. 24 del 16/06/17

Indice:

  1. Autorizzazioni vigneti, nuovo boom di richieste;
  2. Pubblicate nel Bur del Veneto le nuove autorizzazioni vite;
  3. Confagricoltura chiede la proroga per la dematerializzazione dei registri vitivinicoli;
  4. Registro telematico concimazioni azotate;
  5. Allarme siccità per l'agricoltura italiana;
  6. Prestiti di conduzione 2016-2017;
  7. Corso rinnovo (Portogruaro 19-21 giugno) e rilascio (Cavarzere 21-29 giugno) per patentino prodotti fitosanitari;
  8. Emissioni atmosferiche: nuovo accordo per il Bacino Padano e Progetto Prepair;
  9. Giansanti: "Puntare sul biometano per la mobilità sostenibile";
  10. Allarme nuove specie - conferenza stampa Confagricoltura Venezia;
  11. Riso: approvata la riforma del mercato interno;
  12. Calendario faunistico-venatorio 2017-2018;
  13. Versamento delle imposte sui redditi;
  14. Attivo il servizio colf e badanti.
 

DEAR Visitatore,

AUTORIZZAZIONI VIGNETI, NUOVO BOOM DI RICHIESTE

 nuovi vigneti

Non si ferma il boom di domande nel Veneto per le autorizzazioni di nuovi impianti viticoli, che già l’anno scorso, al debutto del nuovo sistema che aveva preso il posto del meccanismo dei diritti, aveva visto la nostra Regione prima in Italia con domande per 34.677 ettari di nuovi vigneti su 66.000 ettari richiesti complessivamente su tutto il suolo nazionale. Quest’anno il Veneto alza ulteriormente il tiro. Secondo i dati dell’Agenzia per le erogazioni in agricoltura (Agea), che ha chiuso da poco l’istruttoria, a fronte di una disponibilità di 865 ettari, nella nostra regione sono state presentate 7.233 domande per oltre 90.000 ettari, vale a dire 100 volte tanto. Si tratta del 60% del totale delle domande nazionali, che sono state 165.000. Il Veneto svetta su tutte le altre regioni, che vedono secondo in classifica il Friuli Venezia Giulia con 29.264 ettari e terza la Puglia con 14.869.

 
 

PUBBLICATE NEL BUR DEL VENETO LE NUOVE AUTORIZZAZIONI VITE

Vigneti

Informiamo che con decreto direttoriale n. 63 del 13 giugno 2017 relativo alla disciplina dell’evoluzione del potenziale viticolo, sono state assegnate alle aziende agricole le nuove autorizzazioni per nuovi impianti di viti per uva da vino campagna 2017/2018, così come riportate nell’”Allegato A” al predetto decreto.
Il decreto n. 63/2017 e l’Allegato A sono consultabili da oggi, nel Bollettino ufficiale della Regione del Veneto n. 58 del 16 giugno 2017.
I soggetti che vogliono avvalersi della facoltà di cui all’articolo 9 (Rilascio delle autorizzazioni per nuovi impianti), comma 2, del decreto 15 dicembre 2015, potranno rifiutare l’autorizzazione - mediante la procedura informatica (SIAN) entro 10 giorni dalla data di pubblicazione del decreto 63/2017 nel Bollettino ufficiale della Regione del Veneto.
Trascorsa tale data, l’elenco delle autorizzazioni per nuovo impianto di viti per uva da vino - rilasciate definitivamente - sarà comunicato ad AVEPA affinché i predetti titoli siano attribuiti a ciascun soggetto intestatario al fine della realizzazione degli impianti di viti entro la data riportata nel singolo atto.

 
 

CONFAGRICOLTURA CHIEDE LA PROROGA PER LA DEMATERIALIZZAZIONE DEI REGISTRI VITIVINICOLI

vino registri

È stato definito dal ministero per le Politiche agricole “un passo importante verso la semplificazione e la razionalizzazione”, ma per i viticoltori il nuovo registro dematerializzato vitivinicolo rappresenta una grande preoccupazione in vista della prossima vendemmia. Il passaggio dai vecchi registri cartacei alle nuove procedure on line, che coinvolgerà circa 3.100 aziende vitivinicole in Veneto, non è infatti così semplice, come dimostra il fatto che, a due settimane dal termine del 30 giugno che prevede l’attivazione del registro ufficiale, solo il 35 per cento delle aziende lo ha attuato. E per chi non adempirà all’obbligo sono previste sanzioni che vanno dai 500 ai 15.000 euro.
Confagricoltura chiede perciò di ampliare il periodo di accompagnamento delle aziende verso il nuovo sistema fino al 10 dicembre, sospendendo l’applicazione delle sanzioni previste.

 
 

REGISTRO TELEMATICO CONCIMAZIONI AZOTATE

concimazione header

Ricordiamo che dal 1° gennaio 2017 il registro delle concimazioni azotate deve essere obbligatoriamente compilato sul portale web della Regione Veneto. Vista la chiusura della domanda unica e quindi del piano di utilizzo aziendale al 15 giugno 2017 e considerati 30 giorni di tempo massimo per inserire i dati a portale, è necessario per le aziende interessate iniziare a operare e aprire il registro aziendale entro il 15 luglio 2017 per poi procedere ad inserire tutti i dati relativi alle concimazioni azotate effettuate in azienda nel 2017.
Per redigere il proprio registro aziendale è necessario accreditarsi presso il portale PIAVe della Regione Veneto. Nel portale PIAVe sono disponibili maggiori informazioni sulla normativa nitrati e sul registro concimazioni.
Gli interessati sono invitati a rivolgersi al proprio tecnico di zona nel più breve tempo possibile.

 
 

ALLARME SICCITA' PER L'AGRICOLTURA ITALIANA

E l inverno della siccita Piave mai cosi a secco articleimage

È emergenza siccità nelle campagne italiane. Il gran caldo che attanaglia l’Italia a metà giugno ha aggravato la situazione di deficit idrico che si trascina da mesi, dopo un inverno e una primavera particolarmente siccitosi. Nel Veneto a causa della mancanza degli apporti nivali e delle scarse precipitazioni, gli invasi montani si trovano a una capacità del 20-22%, assolutamente insufficiente a sostenere i fabbisogni irrigui della stagione in corso. Secondo l’Associazione nazionale bonifiche e irrigazioni siamo davanti a una situazione di emergenza, pertanto come previsto dalla legge per governare il disagio è possibile ricorrere all’attivazione degli Osservatori e della Cabina di regia.
Al di là delle misure emergenziali, però, per risolvere il problema siccità bisogna intervenire con un progetto di medio periodo che dia risposte alla mancanza di invasi che aggrava la situazione nel Paese, e con una maggiore efficienza nei sistemi di irrigazione.
Sarebbe opportuno che la Conferenza nazionale acque del prossimo 18 luglio, voluta fortemente dal presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, fosse l’occasione per annunciare un piano straordinario di investimenti per la gestione dell’acqua a livello nazionale.

 
 

PRESTITI DI CONDUZIONE 2016-2017

credito1

Sarà pubblicato nei prossimi giorni dalla Regione Veneto il bando per l’accesso ai contributi in conto interessi sui prestiti di conduzione contratti dalle imprese agricole per la campagna agraria 2016-2017.
Si tratta di un contributo in conto interessi per prestiti a breve termine (massimo 12 mesi), funzionali all'anticipazione delle spese per la conduzione aziendale fino alla vendita dei prodotti, però soggetto alle limitazioni del “de minimis”.
Possono farvi richiesta le imprese agricole con la qualifica di IAP (imprenditore agricolo professionale) iscritte all'INPS, all’Anagrafe Regionale del Settore Primario e alla Camera di Commercio, che abbiano una dimensione economica aziendale minima di almeno 12.000 euro di Produzione Standard totale in zona montana e 15.000 euro nelle altre zone. Le risorse saranno concesse con priorità di accesso alle aziende zootecniche bovine da latte e da carne e alle imprese agricole gestite da giovani agricoltori (41 anni non ancora compiuti al momento della presentazione della domanda).

 
 

CORSO RINNOVO (PORTOGRUARO 19-21 GIUGNO) E RILASCIO (CAVARZERE 20-29 GIUGNO) PER PATENTINO PRODOTTI FITOSANITARI

formazione
Informiamo che è in programma un corso finanziato per il rinnovo del patentino per i prodotti fitosanitari, a Portogruaro (19-21 giugno).
Il corso è rivolto a imprenditori agricoli e coltivatori diretti, partecipi e coadiuvanti familiari, dipendenti di aziende agricole con terreni in Veneto.
A Cavarzere è invece in programma dal 21 al 29 giugno un corso di rilascio, a pagamento, rivolto a tutti gli operatori che non hanno i requisiti elencati sopra (come ad esempio dipendenti comunali, terzisti, giardinieri). 

 
 

EMISSIONI ATMOSFERICHE: NUOVO ACCORDO PER IL BACINO PADANO E PROGETTO PREPAIR

PM10 in Europe 600x600

Lo scorso 8 e 9 giugno, a Bologna, nell’ambito delle iniziative collegate al G7 dei Ministri dell’Ambiente, si sono svolte due iniziative di particolare importanza legate alle politiche sulla qualità dell’aria e sul cambiamento climatico attuate a livello europeo, nazionale e nei territori del bacino padano.
Il 9 giugno è stato firmato il Nuovo accordo di programma per l’adozione coordinata e congiunta di misure per il miglioramento della qualità dell’aria nel bacino padano tra il Ministero dell’Ambiente e le 4 Regioni del Bacino Padano (Emilia-Romagna, Lombardia, Piemonte e Veneto).
Il nuovo Accordo, che si affianca a quello siglato nel 2013 dal Ministero dell’Ambiente e le regioni padane, prevede ulteriori misure di risanamento da inserire nei piani di qualità dell’aria e da applicare, sempre, in maniera coordinata e congiunta nell’Area del Bacino Padano, che riguardano anche il settore agricolo e zootecnico.


 
 

GIANSANTI: "PUNTARE SUL BIOMETANO PER LA MOBILITA' SOSTENIBILE"

biometano convegno

Al G7 Ambiente - che si confronterà sull’attuazione della strategia sullo sviluppo sostenibile (Agenda 2030) e sull’Accordo di Parigi per il contrasto ai cambiamenti climatici – sottolineiamo la via italiana alla mobilità sostenibile con l’utilizzo di carburanti alternativi per l’autotrazione ed in particolare del biometano”. Lo ha detto il presidente di Confagricoltura, Massimiliano Giansanti, intervenendo a Bologna al convegno “Gas naturale e biometano: eccellenze nazionali per la sostenibilità”. “Con il biometano – ha osservato Giansanti - è stata individuata una soluzione tutta italiana (in termini di filiera della produzione, distribuzione ed utilizzo del carburante per autotrazione) per la diminuzione delle emissioni di CO2 che permette anche, alle aziende agricole, percorsi virtuosi di utilizzo delle biomasse in un’ottica di smart farming e di economia circolare”.


 
 

ALLARME NUOVE SPECIE - CONFERENZA STAMPA CONFAGRICOLTURA VENEZIA

Procambarusclarkii

Si è svolta giovedì 15 giugno alle 12.00, nella sede di Confagricoltura Venezia in via Monteverdi a Mestre, una conferenza stampa per fare il punto sulla fauna selvaggia ed i pericolosi squilibri in atto nel nostro ecosistema. Sono intervenuti Giulio Rocca, presidente di Confagricoltura Venezia; Matteo Poja, presidente sezione Vallicoltori; Carlo Marchesi, vallicoltore; Rita Tognon, direttore e Attilio Bellinato, vice direttore Confagricoltura Venezia.
Oggi l'agricoltore è uno dei primi custodi dell'ambiente – afferma Giulio Rocca, presidente di Confagricoltura Venezia. - Molti si definiscono appassionati di ambiente ma non sempre conoscono davvero in profondità i problemi. Noi viviamo all'aria aperta tutta la nostra vita e conosciamo ogni dettaglio dei nostri ecosistemi”.
Nell'area veneziana tra l'altro uno dei modelli pressoché unico al mondo è rappresentato anche dalle valli da pesca dove vengono mantenuti inalterati ecosistemi delicatissimi a protezione anche della biodiversità, come confermano Matteo Poja, presidente dei vallicoltori di Confagricoltura Venezia e Carlo Marchesi, vallicoltore della laguna Nord.
Ora però ci sono sintomi di una situazione che si va aggravando: visto quanto sta accadendo da tempo, ci sentiamo di rompere il silenzio e denunciare fenomeni preoccupanti in atto nel nostro ecosistema veneziano di terra e di laguna”, sottolinea il presidente Rocca. - Siamo in presenza di elementi sui quali vogliamo chiamare ad intervenire gli enti di ricerca e i rappresentanti istituzionali”.


 
 

RISO: APPROVATA LA RIFORMA DEL MERCATO INTERNO

Riso maturo 600x400

È stato approvato dal Consiglio dei Ministri il decreto legislativo recante disposizioni concernenti il mercato interno del riso, in attuazione della delega prevista dal Collegato agricoltura. La riforma, secondo il Ministro Martina, punta a semplificare le norme, valorizzare di più le varietà tradizionali italiane e dare più trasparenza in etichetta al consumatore.


 
 

CALENDARIO FAUNISTICO-VENATORIO 2017-2018

La Giunta regionale del Veneto ha approvato il calendario per la stagione venatoria 2017-2018: la stagione aprirà domenica 17 settembre e si concluderà il 31 gennaio, con 5 giornate di preapertura (2, 3, 4, 9 e 10 settembre) nelle quali è consentita la caccia a merli, tortore, ghiandaie, gazze, cornacchie nere e grigie.

 
 

VERSAMENTO DELLE IMPOSTE SUI REDDITI

dichiarazione IVA


Ricordiamo che entro il prossimo 30 giugno dovrà essere versato il saldo per l'anno 2016 e la prima rata di acconto per il 2017 delle imposte derivanti dalla dichiarazione dei redditi e Irap. Le imposte possono essere versate anche entro il 31 luglio (il 30 cade di domenica), con la maggiorazione dello 0,40%.
E' possibile versare a rate mensili; i versamenti devono comunque concludersi entro il mese di novembre.


 
 

ATTIVO IL SERVIZIO COLF E BADANTI

colf e badanti 770x510

Presso gli uffici di Confagricoltura Venezia - Unione Agricoltori Venezia s.r.l. è ora attivo il SERVIZIO COLF E BADANTI.
Il Servizio nasce dall'esigenza di fornire l'assistenza necessaria ad associati e clienti per la gestione del rapporto di lavoro domestico.
I Servizi offerti riguardano ogni aspetto della regolarizzazione del rapporto di lavoro al fine di garantire al datore di lavoro il rispetto delle norme in materia e del Contratto Collettivo Nazionale di lavoro sulla disciplina del rapporto di lavoro domestico.
Per informazioni contattate il nostro Servizio paghe (tel. 041 980000).

 
Not interested any more?

 

Per offrirti il miglior servizio possibile, in questo sito utilizziamo i cookies, continuando la navigazione ne autorizzi l'uso cookies.

Io accetto i cookies da questo sito

EU Cookie Directive Module Information