Corretta informazione sugli allergeni: scattano le sanzioni
10 Mag 2018 16:39Corretta informazione sugli allergeni: scattano le sanzioni

A partire dal 9 maggio 2018 scattano le sanzioni pecuniarie per la mancata o l’errata indicazione degli allergeni negli alimenti. Entra infatti in vigore il decreto legislativo 231 del 15 dicembre 2017 che dà attuazione alla disciplina Ue di tutela dei consumatori. La disciplina impone la corretta informazione sugli allergeni sia nell’etichetta dei prodotti che in fase di somministrazione.
L’obbligo di fornire le informazioni relative agli allergeni si applica infatti, ol [ ... ]

Etichetta alimentare: scatta l’obbligo dello stabilimento
05 Apr 2018 15:51Etichetta alimentare: scatta l’obbligo dello stabilimento

Dopo 180 giorni dalla pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale, lo scorso 5 aprile è entrato in vigore il Decreto Legislativo 15 settembre 2017 n. 145 che impone di indicare nell'etichetta degli alimenti, la sede e l'indirizzo dello stabilimento di produzione o di confezionamento.
Tale indicazione si aggiunge a quelle obbligatoriamente previste dal regolamento europeo (denominazione, ingredienti, presenza di allergeni, quantità, scadenza, nome del responsabile delle informazioni, pae [ ... ]

Indicazione dell’origine in etichetta del pomodoro: pubblicato il decreto
01 Mar 2018 17:44Indicazione dell’origine in etichetta del pomodoro: pubblicato il decreto

È stato pubblicato il decreto interministeriale (Mipaaf e Mise) che introduce l’obbligo di indicazione d’origine dei derivati del pomodoro.
Il decreto si applica ai derivati come conserve e concentrato di pomodoro, oltre che a sughi e salse che siano composti per almeno il 50% da derivati del pomodoro.
Il decreto stabilisce che le confezioni di derivati del pomodoro, sughi e salse prodotte in Italia dovranno avere obbligatoriamente indicate in etichetta le seguenti diciture:
- [ ... ]

Etichettatura degli alimenti: sanzioni fino a 40mila euro
16 Feb 2018 08:47Etichettatura degli alimenti: sanzioni fino a 40mila euro

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale dell’8 febbraio 2018 il decreto legislativo 15 dicembre 2017, n. 231 che reca la disciplina sanzionatoria per la violazione delle disposizioni relative alla fornitura di informazioni sugli alimenti ai consumatori.
Il provvedimento entra in vigore il prossimo 9 maggio 2018.
Le sanzioni, per le imprese alimentari che non indicheranno correttamente gli allergeni nelle etichette, arriveranno fino a 40mila euro. Stessa sanzione per le aziende ch [ ... ]

A Natale e Capodanno gli italiani puntano sul cibo di qualità
22 Dic 2017 09:28A Natale e Capodanno gli italiani puntano sul cibo di qualità

L’Italia è leader in Europa con 294 prodotti DOP, IGP e STG riconosciuti dall’Ue; in vent’anni questo patrimonio agro/alimentare è cresciuto di quasi 5 volte (+382%). Tra i prodotti food di qualità presenti in Italia l’ortofrutta, i cereali, i formaggi e gli oli costituiscono oltre il 70 per cento del totale nazionale. La regione leader in Italia è l’Emilia Romagna, che può contare su 43 prodotti DOP e IGP: seguono il Veneto con 36 [ ... ]

Etichettatura e informazione sugli alimenti: disciplina sanzionatoria
22 Dic 2017 09:18Etichettatura e informazione sugli alimenti: disciplina sanzionatoria

Il Consiglio dei Ministri ha approvato il Decreto che disciplina le sanzioni previste per le violazioni delle norme in tema di informazione sui prodotti alimentari ai consumatori e tra aziende alimentari.
Ricordiamo che per la norma reg. UE 1169/11 l’operatore responsabile di veridicità e completezza delle informazioni è colui con il cui nome o ragione sociale è commercializzato il prodotto.
Questi è sanzionabile con una sanzione pecuniaria:
- Da 3.000 a 24.000 eur [ ... ]

Legge di Bilancio: nuova disciplina dell'enoturismo e dello street food
22 Dic 2017 09:15Legge di Bilancio: nuova disciplina dell'enoturismo e dello street food

Con la legge di bilancio 2018 arriva il via libera alla disciplina dell’ “enoturismo”, ovvero di tutte quelle attività di conoscenza e di promozione del vino da realizzare direttamente nei luoghi di produzione, per esercitare le quali sarà sufficiente la presentazione della Scia al comune di competenza. Secondo la legge di bilancio, tali attività saranno applicate le disposizioni fiscali contenute nella legge sull’agriturismo, la numero 413 del 1991,  [ ... ]

Etichettatura d’origine: Italia denunciata a Commissione Ue
15 Dic 2017 11:19Etichettatura d’origine: Italia denunciata a Commissione Ue

FoodDrinkEurope, l’organizzazione che rappresenta l’industria alimentare europea, ha presentato un reclamo ufficiale contro l’Italia alla commissione Ue contro i decreti sull’indicazione obbligatoria di origine, soprattutto quelli relativi al grano, al riso e al pomodoro, adottati in Italia e non notificati alla Ue. L’associazione, inoltre, evidenzia le distorsioni di mercato provocate dall’introduzione di queste norme.
“Mentre i membri di FoodDrinkEurope [ ... ]

TAR del Lazio non sospende decreto grano/pasta. Dal 17 Febbraio scatta obbligo indicazione origine
24 Nov 2017 07:52TAR del Lazio non sospende decreto grano/pasta. Dal 17 Febbraio scatta obbligo indicazione origine

Il Tar del Lazio ha respinto la richiesta di sospendere il decreto interministeriale che introduce l'obbligo di indicazione d'origine del grano nella pasta. Il Tribunale ha ritenuto "prevalente l'interesse pubblico volto a tutelare l'informazione dei consumatori, considerato anche l'esito delle recenti consultazioni pubbliche circa l'importanza attribuita dai consumatori italiani alla conoscenza del Paese d'origine e/o del luogo di provenienza dell'alimento e dell'ingrediente primario". Il provv [ ... ]

Indicazione stabilimento in etichetta, dal 22 ottobre 2017 scattano i 180 giorni per adeguarsi
25 Ott 2017 07:38Indicazione stabilimento in etichetta, dal 22 ottobre 2017 scattano i 180 giorni per adeguarsi

Dopo la pubblicazione del 7 ottobre scorso in Gazzetta Ufficiale del Decreto Legislativo 15 settembre 2017 n. 145, il prossimo 22 ottobre entrerà in vigore la Disciplina dell’indicazione obbligatoria nell’etichetta della sede e dell’indirizzo dello stabilimento di produzione o, se diverso, di confezionamento dei prodotti alimentari.
Chiunque, essendovi tenuto per legge, non riporti su un'etichetta l'indicazione della sede dello stabilimento di produzione e' soggetto alla  [ ... ]

Grano/pasta e riso: firmati i decreti per avvio obbligo di origine in etichetta
21 Lug 2017 08:22Grano/pasta e riso: firmati i decreti per avvio obbligo di origine in etichetta

I Ministri Maurizio Martina e Carlo Calenda hanno firmato i due decreti interministeriali per introdurre l’obbligo di indicazione dell’origine del riso e del grano per la pasta in etichetta.
I provvedimenti introducono la sperimentazione per due anni del sistema di etichettatura, nel solco della norma già in vigore per i prodotti lattiero caseari. Le novità dei decreti: GRANO/PASTA
Il decreto grano/pasta in particolare prevede che le confezioni di pasta secca prodotte i [ ... ]

Decreto per l’etichettatura d’origine per il riso e il grano duro in esame alla Commissione UE
26 Mag 2017 07:21Decreto per l’etichettatura d’origine per il riso e il grano duro in esame alla Commissione UE

Sono stati inviati alla Commissione UE i decreti ministeriali relativi all'obbligo di indicazione in etichetta del riso e del grano duro per le paste di semola di grano duro.
Secondo le prime valutazioni emerse, i decreti, se valutati positivamente dalla Commissione, dovrebbero prevedere: Per il riso:
Le indicazioni obbligatorie da riportare sulle confezioni di riso sono:
- “Paese di coltivazione del riso”: ovvero il nome del paese nel quale è stato coltivato il risone;
- “ [ ... ]

Latte: è scattato l’obbligo dell’indicazione dell’origine in etichetta
21 Apr 2017 07:12Latte: è scattato l’obbligo dell’indicazione dell’origine in etichetta

Dal 19 aprile 2017 è diventata obbligatoria in etichetta l’indicazione dell’origine della materia prima dei prodotti lattiero caseari in Italia, come ad esempio il latte UHT, il burro, lo yogurt, la mozzarella, i formaggi e i latticini. L’obbligo si applica al latte vaccino, ovicaprino, bufalino e di altra origine animale.
L’origine del latte e dei derivati dovrà essere indicata in etichetta in modo chiaro, visibile e facilmente leggibile.
Le diciture utilizza [ ... ]

Latte e formaggi: origine in etichetta obbligatoria dal 19 aprile
27 Gen 2017 14:13Latte e formaggi: origine in etichetta obbligatoria dal 19 aprile

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto che introduce in etichetta l’indicazione obbligatoria dell’origine per i prodotti lattiero caseari in Italia. L’obbligo scatterà dal 19 aprile 2017 su tutte le confezioni e si applicherà al latte vaccino, ovicaprino, bufalino e di altra origine animale. Questo nuovo sistema rappresenta una vera e propria sperimentazione in Italia e consente di indicare con chiarezza ai consumatori la provenienza delle mate [ ... ]

Report "Prime valutazioni sull’andamento del settore agroalimentare veneto nel 2016"
20 Gen 2017 10:57Report

Presentata a Legnaro la produzione agricola veneta che nel 2016 ha raggiunto un valore di 5,5 miliardi di euro. Altalenanti i risultati dei diversi comparti. Molto bene il vino. Si riprende la pesca. Buone notizie anche dalla bilancia commerciale con l’estero. I dati sono stati illustrati il giorno 19 gennaio a Legnaro da Veneto Agricoltura.
L’agricoltura veneta nel 2016 vale 5,5 miliardi di euro. A tanto arrivano le stime elaborate dagli esperti di Veneto Agricoltura sulla produzio [ ... ]

Articoli meno recenti
Stampa

Giulio Manzotti nuovo presidente regionale di Anga

assemblea anga 2017 5 600x338

È il trevigiano Giulio Manzotti, titolare di un’azienda di seminativi a San Donà di Piave, in provincia di Venezia, il nuovo presidente di Anga Veneto, l’associazione dei giovani di Confagricoltura. L’assemblea ha eletto anche i due nuovi vicepresidenti, che sono il veronese Piergiovanni Ferrarese, 25 anni, che lavora nella direzione commerciale di Veronafiere e la vicentina Serena Sartori, 26 anni, che lavora nell’azienda agricola familiare di Quinto Vicentino che produce frutta biologica e svolge attività di agriturismo.
Giulio Manzotti da gennaio è diventato presidente di Anga Venezia e ora guiderà, per il prossimo triennio, anche l’associazione regionale, prendendo il testimone dalla presidente uscente Chiara Sattin. «Il nostro è un organismo con grandi potenzialità, che vorrei aiutare a crescere con contenuti sia dal punto di vista tecnico che agrario da offrire ai giovani agricoltori – dice -. L’agricoltura moderna dev’essere sempre più sostenibile e toccherà alle nuove generazioni apportare nuove tecniche per trovare la quadra tra la sostenibilità e la redditività nelle aziende. Insieme al team dei presidenti provinciali intendo promuovere incontri e approfondimenti in questo senso, con un occhio anche ai nuovi media e ai social network, sempre più importanti per la comunicazione e la vendita dei prodotti agricoli. Cercheremo di implementare anche la piattaforma di e-commerce di Anga per accorciare le distanze tra produttore e consumatore. Infine, organizzeremo iniziative informative per far conoscere ai consumatori la realtà delle nostre aziende, per contrastare le fake news che costruiscono ad hoc notizie fasulle per pilotare consumi e orientamenti».
Nel corso dell’assemblea il neo vicepresidente Piergiovanni Ferrarese ha rimarcato la necessità di lavorare di più su visite e formazione, «affrontando problemi e tematiche che interessino la realtà economica attuale delle aziende».

Giulio Manzotti vive a Treviso, ha 31 anni e una laurea in giurisprudenza conseguita a Bologna con una tesi sulla normativa agroambientale nella Politica agricola comunitaria, che ha riposto nel cassetto per dedicarsi ai campi di proprietà familiare, dove si coltivano soia, mais, colza e frumento.
Fu il bisnonno ad avviare l’azienda nelle campagne di San Donà di Piave, in provincia di Venezia, portata avanti poi dal nonno e successivamente dalla zia. Suo padre e sua madre hanno preso altre strade: lui è medico chirurgo, lei insegnante. Ora, dopo un salto generazionale, è lui a riprendere le redini dell’azienda agricola. «Dopo la laurea, mi sono reso conto che inserirsi nel mondo del lavoro oggi è molto difficile – dice -. È stato così che, quattro anni fa, ho valutato di prendere in mano le campagne familiari e di farne il mio lavoro. È una scelta di cui sono molto contento. L’agricoltore è un uomo libero, vincolato solo ai ritmi della natura e del meteo, che purtroppo negli ultimi anni non è stato molto favorevole. Va però chiarito che il ritorno dei giovani alla terra non è quel bel quadro romantico che si dipinge spesso sulla stampa. Per i giovani è difficile entrare nel mondo dell’agricoltura se non si hanno terreni di famiglia. Anche gli affitti non sono così convenienti e lasciano pochi margini di reddito. Di poco aiuto anche il recente provvedimento sulla ridistribuzione dei terreni abbandonati, in quanto nel nostro territorio regionale sono pochi e marginali».
Secondo Manzotti gli slogan superano spesso la concretezza: «Si tratta l’agricoltura come qualcosa di radical-chic, ma la realtà è che si tratta di un settore primario, con il compito di sfamare la popolazione. Perciò ci vorrebbe più rispetto per i sacrifici degli agricoltori, che sono invece gravati da oneri burocratici che non hanno eguali in nessun Paese europeo. Anche il costo del gasolio agricolo è sempre più alle stelle e contingentato. Le infrastrutture viarie non sono come quelle di altri Paesi, dove è molto sviluppato il sistema ferroviario, perché da noi tutto si sposta su gomma e ciò provoca il rialzo dei prezzi. I giovani che decidono di mettersi in gioco partono, dunque, svantaggiati, con costi notevoli da sostenere, e avrebbero bisogno di misure in grado di dare un aiuto davvero concreto e importante».

UK Bookamekrs http://gbetting.co.uk Free Bets

Per offrirti il miglior servizio possibile, in questo sito utilizziamo i cookies, continuando la navigazione ne autorizzi l'uso cookies.

Io accetto i cookies da questo sito

EU Cookie Directive Module Information